Web

Bollette luce e gas: i migliori portali per comparare le offerte e risparmiare

Il mercato delle offerte luce e gas è sempre più ampio e affidarsi ai siti di comparazione è ormai un’esigenza innegabile per chi punta al risparmio. I siti specializzati consentono di confrontare gratuitamente le tariffe proposte dai diversi operatori e di valutare l’effettiva convenienza del contratto già in essere o, in alternativa, l’opportunità di rivolgersi a un altro fornitore.

Risparmiare sull’energia è una necessità per i singoli e le famiglie, costrette a fronteggiare bollette sempre più onerose e a destreggiarsi tra numerose tipologie di utenza. L’attenzione al bilancio familiare riguarda due aspetti: la messa in atto di buone prassi volte al contenimento dei consumi, e la necessità di distinguere le offerte più vantaggiose dal punto di vista economico. Il primo aspetto interessa non solo le piccole abitudini quotidiane – da non sottovalutare, poiché a fine anno possono comportare un risparmio significativo – ma anche e soprattutto la capacità di investire in efficienza. Ovvero, di sostenere i costi necessari a garantire alla propria casa dotazioni impiantistiche di ultima generazione, per limitare gli sprechi e proteggere l’ambiente.

Dal punto di vista dei costi di fornitura, distinguere tra i contratti di tipo tradizionale e le offerte online richiede una certa attenzione. Non a caso, ricorrere ai siti di comparazione online è una scelta sempre più diffusa da parte degli utenti e una sorta di passaggio obbligato per chi vuole avere una panoramica esaustiva di quanto offre il mercato. Che si tratti di energia elettrica o del contratto di fornitura del gas, il consumatore ha dalla sua diversi strumenti per alleggerire la bolletta.

Il quesito fondamentale, per chi punta a risparmiare sul costo della luce, è: conviene optare per il mercato libero o per quello tutelato? Rispondere a questa domanda non è immediato, perché esistono numerosi operatori tra cui scegliere e non sempre è facile farsi un’idea dettagliata dei costi. Com’è noto, il web prolifera di offerte luce e gas, ma non basta un confronto approssimativo della tariffa mensile per spuntare il contratto migliore. Le voci di costo e le condizioni contrattuali da considerare, infatti, sono tante ed è facile farsi abbagliare da una tariffa stracciata che, alla prova dei fatti, si rivela meno conveniente del previsto.

Il confronto dei costi, ormai, è una questione da specialisti e i motivi sono svariati. Tanto per cominciare, sono sempre più frequenti le offerte bundle o di co-branding: ovvero, quelle che offrono il prodotto luce in abbinamento ad altri servizi, o che prevedono particolari sconti e promozioni per chi ha già attivato un altro tipo di utenza. Ne sono un esempio i contratti che sposano la fornitura elettrica alle offerte di telefonia, internet o pay tv.

Un altro aspetto riguarda la necessità di distinguere tra la tariffa per l’energia e le altre voci di spesa. In particolare, bisogna tener presente che solo la prima viene stabilita in autonomia dai fornitori del mercato libero, mentre le altre voci sono fissate dall’Autorità per l’energia e devono risultare allineate fra loro: pensiamo alla spesa per il trasporto e la gestione del contatore e ai cosiddetti oneri di sistema. Le cosiddette offerte Placet, in particolare, sono offerte equiparate al regime di tutela: i prezzi, in altre parole, sono stabiliti dal venditore ma in linea con le condizioni definite dall’Autorità stessa.

Rivolgersi a un sito di comparazione affidabile è una scelta saggia: non solo per la possibilità di ottenere in pochi secondi una panoramica completa e aggiornata delle migliori offerte luce e gas presenti sul mercato, ma anche per la possibilità di accedere a utili approfondimenti dedicati. Scegliere il contratto più conveniente, inoltre, significa avere un’idea precisa delle proprie esigenze e del proprio profilo di consumo. Senza questa consapevolezza, la nuda tariffa risulta di per sé poco significativa. I migliori siti specializzati nel confronto delle offerte luce-gas suggeriscono soluzioni mirate in base alle abitudini e alle modalità di consumo. Mettere a disposizione i propri dati, di conseguenza, è fondamentale per accedere a un range personalizzato di offerte. Oltre alla tariffa mensile stimata, è possibile confrontare eventuali sconti e vantaggi, come l’opportunità di attivare un’offerta bioraria o di optare per un’alternativa al prezzo bloccato.

Un fattore importante da tenere in considerazione è la modalità di pagamento. Oltre al classico pagamento con bollettino postale, infatti, è possibile attivare l’addebito diretto su conto corrente o carta di credito, scelta che facilita l’organizzazione delle scadenze. Se la cosiddetta domiciliazione bancaria può avere un indubbio vantaggio dal punto di vista pratico, è pur vero che richiede una certa attenzione nel monitorare i consumi e gli importi addebitati. D’altra parte, consente di non versare il deposito cauzionale a garanzia del contratto. La bolletta 2.0, in sintesi, semplifica la vita perché rende il pagamento del tutto automatico: attenzione, però, a disinteressarsi perché le tariffe extrasoglia sono sempre in agguato.

Tag
Mostra tutto
Back to top button
Close
Close