Box Office USA: vince “Il diritto di contare”

Box Office USA: vince

Il film di Theodore Melfi è campione d’incassi negli Stati Uniti

Sorpresa per i box-office statunitensi, che in questi giorni vedono Il diritto di contare (Hidden Figures) campione d’incassi, che tiene testa per il secondo weekend consecutivo, superando il blockbuster Rogue One: A Star Wars Story e soprattutto il pluri-premiato La La Land, oltre che il film d’animazione Singche di certo è un titolo che attira in sala intere famiglie.

Purtroppo non va altrettanto bene in patria per il nuovo Scorsese, Silenceche invece in Italia è il titolo che in questi giorni attira le code fuori alle sale cinematografiche. Male anche per il nuovo film di Ben Affleck, Live By Night. Il film di Richard Melfi (Saint Vincent), racconta la vera storia della matematica Katharine Johnson, interpretata da Taraji P. Henson (Il curioso caso di Benjamin Button), scienziata afroamericana che collaborò con la NASA e con la missione Apollo 13.

Il successo del film può ricordare quello che anni fa ha visto protagonista The Help, film che si aggiudicò l’Oscar alla migliore attrice non protagonista ad Octavia Spencer, che con questo stesso film ha bissato la sua candidatura ai Golden Globe proprio in quella categoria, premio vinto poi dall’ex protagonista di The Help Viola Davis per il film Barriere. Nel cast anche Kevin Costner, Kirsten DunstMahershala Ali (attesissimo non protagonista in odore di Oscar per l’acclamato Moonlight di Barry Jenkins).

Il film arriverà in Italia il 16 marzo 2017. Ecco il trailer

Laureato in DAMS all’Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso “Darkside Cinema” e “L’Atalante”, è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, “Interno familiare”. Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.