Bruxelles, accoltella poliziotto al grido di “Allah Akbar”

Nella capitale Belga è in corso la visita del presidente francese Macron. L’agente ferito non è grave, mentre il presunto attentatore è stato arrestato.

polizia belga

Nel giorno della visita del presidente francese Emmanuel Macron, la capitale belga si è risvegliata con il timore di un nuovo attentato terroristico. Verso le 5.30 di questa mattina, infatti, un poliziotto è stato accoltellato da un uomo, che alcuni testimoni dicono avrebbe agito al grido di “Allah Akbar”, davanti alla principale stazione di polizia di Bruxelles in rue du Charbon.

Fortunatamente il poliziotto ferito non versa in gravi condizioni, mentre il presunto attentatore è stato arrestato. Nel tentativo di fermarlo i colleghi dell’agente hanno sparato al presunto attentatore ferendolo.

Dai primi accertamenti effettuati dal ministero dell’Interno, sembrerebbe che l’uomo non risulterebbe essere un estremista islamico radicalizzato, però ci sarebbero precedenti a suo carico per traffico di armi.

Pubblicato da Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.