Politica

Cosa significa Governo Giallo-Rosso e chi può farne parte?

Dalle consultazioni con il presidente Mattarella è probabile che esca l'incarico per la formazione di un Governo giallo-rosso.

Le dimissioni di Giuseppe Conte arrivate ieri dopo un acceso dibattito parlamentare hanno di fatto portato all’avviamento della difficile fase delle consultazioni con il presidente Mattarella che dovrà trovare una soluzione alla crisi. Le quotazioni di un possibile Governo giallo-rosso stanno salendo sempre di più e, pertanto, cerchiamo di capire insieme il significato di questa espressione e chi potrebbe far parte di questo nuovo esecutivo.

Cosa vuol dire Governo ”giallo-rosso”?

Come il Governo giallo-verde è stato sostenuto per oltre un anno da Movimento 5 Stelle e Lega, il Governo giallo-rosso, se mai dovesse nascere, dovrebbe basarsi su un’alleanza o quantomeno un accordo programmatico tra M5S e Partito Democratico. L’attribuzione del colore rosso al PD in memoria delle sue radici di sinistra fa sorridere qualcuno ma bisogna pur schematizzare in qualche modo la liquidità della politica moderna.

Chi farà parte del Governo giallo-rosso?

In queste ore si è registrata l’importante apertura da parte del segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti alla nascita di un esecutivo sostenuto dal suo partito e dal Movimento 5 Stelle. Il governatore del Lazio ha però specificato che questa nuova maggioranza dovrà nascere sulla base di almeno cinque punti programmatici condivisi e con una leadership diversa da quella di Giuseppe Conte che, però, ieri ha riscosso il plauso anche di diversi esponenti dem.

Quale sarà il ruolo di Renzi?

L’apertura di Zingaretti si aggiunge a quella arrivata praticamente a inizio crisi di Governo di Matteo Renzi che sulla sponda PD è il rpinciaple sostenitore di un’alleanza con i pentastellati. Difficilmente Di Maio e colleghi accetteranno figure spiccatamente renziane all’interno dell’esecutivo visiti i trascorsi politici tra l’ex sindaco di Firenze e il Movimento, ed è stato lo stesso Renzi a tirarsi fuori dalla corsa a una poltrona, forte comunque di una posizione importante datagli dal pressoché totale ”controllo” che ha degli attuali gruppi parlamentari dem.

Quanto può durare il Governo giallo-rosso?

Un altro nodo per la formazione di questo ipotetico Governo giallo-rosso è sicuramente quello della durata. Se mai dovesse nascere una nuova maggioranza senza passare dalle urne è ovvio che l’obiettivo minimo sarebbe quello di emanare una legge di bilancio che eviti l’aumento dell’Iva.

Fare solo la manovra economica potrebbe però essere deleterio per le forze politiche che dovranno sostenere questo nuovo Governo: infatti, non sarà facile e indolore sterilizzare le clausole di salvaguardia e trovare coperture per finanziare o rifinanziare determinati provvedimenti e, pertanto, pur tra mille difficoltà, si potrebbe decidere di far durare quanto più possibile la legislatura per recuperare terreno su un Salvini che, se si votasse già l’anno prossimo, godrebbe non poco del fatto di essere all’opposizione in una fase così delicata per il Paese.

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close