Epatite C, Nuovo Farmaco: in Vaticano e a San Marino in farmacia

Farmaco Epatite C, il Sofosbuvir per la cura definitiva: indagine della magistratura

Il superfarmaco contro l’Epatite C, il Sofosbuvir che è già oggetto delle attenzioni della magistratura italiana, costituisce al momento l’unica e risolutiva cura per una malattia che ogni anno in Italia miete circa 10.000 vittime. Il nostro paese è infatti quello a maggior incidenza nell’intera zona euro.

Intanto la medicina ha compiuto passi da gigante in materia producendo quello che è già stato definito un superfarmaco in grado di bloccare la malattia nel 90% dei casi. I costi elevati del trattamento, però, rischiano di mettere letteralmente in ginocchio il sistema sanitario europeo. Ogni pillola di Sofosbuvir costa circa 600 euro; il prezzo del flacone ammonta a 19.000 euro mentre il trattamento completo può raggiungere le cifre sbalorditive di 60.000 euro.

L’Italia è uno dei primi paesi ad aver adottato il farmaco, nonostante le tante polemiche degli ultimi giorni. In particolare sarebbe in corso una trattativa tra l’azienda produttrice e l’Aifa anche per capire se ci sono margini per calmierare i prezzi. Intanto verrà garantito soltanto ai casi più gravi ovvero a coloro già in lista per un trapianto.

Nel nostro paese c’è, però, chi ha già trovato alternative. In Vaticano e a San Marino, infatti, il farmaco sarebbe già in vendita nelle farmacie. Chi ha quindi a disposizione il denaro necessario per l’acquisto del superfarmaco tenta il tutto per tutto rivolgendosi ai centri fuori dai confini nazionali (almeno formalmente).

Leggi anche: 

Napoletano di nascita e cilentano d’adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter