Esce oggi il film su Neil Armstrong “First Man: il primo uomo”.

Il film narra la vita di Neil Armstrong, il primo uomo che sbarcò sulla luna nel 1969.

first man

In concomitanza con il giorno della festa di Hallolween, esce oggi il film del regista Damien ChazelleFirst man: il primo uomo”, al cinema dal 31 ottobre.

Il film, diretto dallo stesso regista di “La La Land” (2016), scritto da Josh Singer (“Il caso Spotlight”, “The Post”), rivede come protagonista Ryan Gosling, l’attore altrettanto protagonista dell’ultimo successo di Chazelle e che ripropone così l’idea di un uomo ambizioso nel cammino verso la sua ascesa.

La storia narra la vita di Neil Armstrong, il primo uomo che sbarcò sulla luna nel 1969, e che però non vuole trattare solo gli avvenimenti dell’avvincente avventura, ma mostra quella che era la quotidianità dell’astronauta ripercorrendo le tappe importanti della sua vita a partire dal 1962, quando Amstrong ingegnere americano e aviatore statunitense, perde la sua bambina di 2 anni, Karen. Fu proprio il dolore di quel momento che porta Armstrong a volersi estraniare e isolarsi, prima dalla sua famiglia, poi dal pianeta Terra.

Non si tratta dunque di una mera opera fantascientifica, ma è un’opera emozionante ed intensa, frutto anche delle numerose ricerche del regista, che infatti sostiene: “Per afferrare la situazione ho dovuto esplorare la vita di Neil nella propria famiglia. Era una storia che doveva essere imperniata tra la Luna e il lavandino della cucina, l’immensità dello spazio contrapposta ai toni della vita quotidiana“.

E se Armstrong, con il suo atterraggio sul suolo lunare, ha accorciato le distanze tra impossibile e possibile, Chanzelle prova così ad eliminare le distanze tra il mito e il ‘chiunque’.

Pubblicato da Miriam Belpanno

Sono appassionata di libri, arte, cinema, viaggi. Intraprendo sempre strade diverse, cercando di occuparmi di qualsiasi cosa che mi è sottomano, perché qualsiasi cosa merita di essere raccontata, scritta, letta.