Sport

Europei di nuoto: doppio oro per Simona Quadarella

Prima italiana con due ori europei individuali nella stessa edizione, dopo gli 800 con record italiano, sono suoi i 1500, la gara più massacrante in vasca. Simona Quadarella che era entrata in finale con il miglior tempo è stata davanti fin da subito. La tedesca Sarah Koehler ha provato a restarle accanto fino ai 700 metri, poi non c’è stato più nulla da fare. Il distacco è stato di più di 6 secondi a fine gara.

Un trionfo da una sola donna al comando, dalla prima alla trentesima vasca. Il suo oro con 15’15’51”61 contro l’argento della tedesca Kohler, da 15’57”85 ed il bronzo della magiara Kesely in 16’03”22. E’ una gara impegnativa solo per 15 vasche su 30: la romana e la tedesca si osservano bracciata dopo bracciata: ai 400 metri 4’13”59 contro 4’13”73, solo nella virata degli 800, Simona si allunga e guadagnare un piccolo margine (8’27”91 contro 8’28”36), mentre la magiara Kesely cede e deve pensare solo a difendere il bronzo. Ai 1000 metri il margine sale a 3”, ai 1200 diventa di 5” e Simona comincia ad assaporare che il trionfo è vicino. E sarà così sino alla fine. Per Simona e il suo allenatore Christian Minotti, è davvero un anno indimenticabile, in costante ascesa.

Ho lavorato tanto quest’anno per ottenere questi risultati – racconta l’azzurra, tesserata per Fiamme Rosse – Mi sono guadagnata tutto e penso di essermelo meritato. Il tempo è ottimo ma potevo abbassarlo ancora di più: forse ho accusato alla fine la fatica e la tensione accumulata nelle ultime settimane. E’ un onore prendere lo scettro di Alessia Filippi, l’atleta che ho seguito di più e a cui ho chiesto più autografi al Sette Colli quando ero bambina: essere paragonata a lei mi inorgoglisce“.

Nata nel 1998 romana, proprio come la campionessa dei 1500 italiani, Alessia Filippi oro a Roma 2009, non era la più brava di casa a nuotare, perchè il primato era della sorella Erica e proprio in terza elementare Simona scrisse: «Ho una sorella molto forte, io voglio diventare come lei, anzi più forte». Adesso sua sorella fa l’ingegnere a Milano e lei è in piscina a vincere medaglie a grandi livelli.

La piscina è la sua casa, fin da bambina nuotava chilometri e chilometri e adesso dopo questi due ori a Glasgow c’è un’altra olimpiade che l’aspetta, ovvero Tokyo 2020 dove i 1500 saranno, per la prima volta, gara olimpica anche al femminile.

In mezzo sempre la piscina, ma anche lo shopping, la musica di Rihanna e quella di Zucchero, grande passione del padre.

simona-quadarella oro

BRONZO ITALIANO:

Dopo l’oro di Simona Quadarella nei 1500 metri arriva subito un’altra medaglia per l’Italia, e a conquistarla è Carlotta Zofkova, classe 1993, che nei 100 metri dorso riesce a tenere il passo delle migliori con grande autorità fino a conquistare il bronzo.

FINALE PER FEDERICA PELLEGRINI NEI 100 SL

Federica Pellegrini si qualifica per la finale dei 100 stile libero agli Europei di nuoto. Quarta nella sua semifinale, ha nuotato in 54″28 centrando l’accesso alla finale con l’ultimo tempo utile. Federica Pellegrini commenta l’accesso alla finale nei 100 stile libero agli Europei di Glasgow dicendo: “Mi aspettavo di fare un po’ meglio oggi pomeriggio, quest’anno è un discorso un po’ particolare ma sono contenta di essere in finale – ha aggiunto la campionessa azzurra – E’ un anno che ho preso le cose molto più facilmente, la mia preparazione non è stata continua per via di un impegno televisivo, sapevo di venire qui per cercare di raccogliere quello che era possibile. Io nella mia carriera sportiva sono sempre andata forte quando mi sono allenata tanto, non è mai sceso niente dal cielo”.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close