Cronaca

Incendio in un pub Catanzaro: due morti

Due persone sono morte in un incendio di natura dolosa avvenuto la scorsa notte al “Tonnina’s”, un pub di Catanzaro Lido, il quartiere marino del capoluogo calabrese.
Secondo i primi indizi i due morti sarebbero le stesse persone che stavano dando fuoco al locale, probabilmente per finalità estorsive.

All’interno del pub è stata trovata grande quantità di liquido infiammabile. La presenza di benzina in grandi quantità non fa altro che rafforzare negli investigatori l’ipotesi che l’incendio, in uno dei locali più frequentati della zona, sia di natura dolosa.
Sul caso sta indagando la Squadra mobile di Catanzaro che per prima cosa cercherà di identificare le vittime. Non è giunta ancora alcuna conferma che le due vittime sarebbero anche i carnefici ma l’ipotesi appare credibile.

Questa notte sono giunti sul posto le squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro avvisate da una pattuglia della Guardia di Finanza che aveva notato del fumo uscire dal locale. Ci sono volute diverse ore di intervento e venticinque unità operative per domare l’incendio. Dopo aver spento le fiamme, è stato fatto il sopralluogo e sono stati così ritrovati all’interno i due corpi privi di vita. Non ancora certificata l’identità, il primo corpo è stato rinvenuto sulla soglia dell’ingresso posteriore, del tutto carbonizzato. Il secondo è stato ritrovato dopo dietro un muretto sempre nei locali interni. Secondo una prima ricostruzione, i due giovani sarebbero entrati nella struttura per appiccare il rogo ma, per cause ancora non chiarite, non sarebbero riusciti ad abbandonare in tempo il posto rimanendo vittime del loro stesso gesto.
Sul posto anche guardia di finanza, polizia scientifica, magistrato e medico legale.

Tag

Paola Chiara Tolomeo

Nascevo 22 anni fa a Catanzaro, la città che mi ha regalato tante cose tra cui l'amore per il calcio. Sono entrata per la prima volta allo stadio insieme a mio padre all'età di 6 anni e da quel momento non ho più smesso. Accanto a questa passione, ho coltivato anche quella della lettura e della scrittura. Considero la parola, il mio centro gravitazionale. Da qui il desiderio di diventare giornalista. Dopo aver conseguito il diploma classico, mi sono trasferita a Bologna dove ho conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne. "Chi si ferma è perduto". Dato questo mio motto di vita mi trasferisco a Roma per completare gli studi e dove attualmente frequento il corso magistrale di "Media, comunicazione digitale e giornalismo." Scrivere notizie, raccontare storie, intervistare le persone è la mia più grande passione. Spero diventi anche il mio mestiere.
Back to top button
Close
Close