Jax apre a Milano negozio di Marijuana Mr Nice

Negli ultimi 20 anni tutti i soldi che giravano intorno alla marijuana sono sempre finiti nelle mani della criminalità organizzata, mentre per me è meglio darli ai tabaccai, ai giovani imprenditori che stanno aprendo i negozi, a chi la coltiva e a chi la distribuisce.

mrnice-jax-maria

Sui social lo aveva già annunciato lo stesso Jax con un video, ma adesso Mr Nice è realtà. Si tratta del nome dato al nuovo negozio aperto dal famoso rapper italiano, assieme al fratello Grido e al collega Takagi, in quel di Milano. Fin qui nulla di strano, se non fosse che questo nuovo esercizio commerciale vende la celeberria “Maria Salvador“, che viene decantata nel successo dell’omonima canzone con Il Cile. Stiamo parlando di una varietà di cannabis, legale in Italia, che ha un valore THC, ovvero tetraidocannabinolo (principio attivo della cannabis), inferiore allo 0,6%.

Il negozio, aperto in via Bertini 1, ha subito attirato numerosi fans dello “zio” rapper al momento dell’inaugurazione dato la sua presenza, assieme ai due soci, nel ruolo di commessi straordinari dell’evento.

Negli ultimi 20 anni tutti i soldi che giravano intorno alla marijuana sono sempre finiti nelle mani della criminalità organizzata, mentre per me è meglio darli ai tabaccai, ai giovani imprenditori che stanno aprendo i negozi, a chi la coltiva e a chi la distribuisce. Il mercato illegale della cannabis in Italia ha un valore stimato tra i quattro e i nove miliardi di euro. Soldi letteralmente bruciati, che con la cannabis legale vengono tassati e immessi nella società” – ha spiegato Jax sul perché l’idea di questo nuovo business.

La marijuana legale più buona di tutte” è lo slogan lanciato sui social che ha fatto letteralmente impazzire i fans e anche alcuni detrattori dello stesso rapper, i quali hanno tempestato facebook, twitter e instagram di like e commenti. Il più gettonato è l’essere fieri della nuova idea avuta dallo Zio d’Italia.

Pubblicato da Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.