L’Hoverboard di Ritorno al futuro è in progettazione

L'Hoverboard di Ritorno al futuro è in progettazione

Oggi 21 ottobre 2015 si festeggia il Back To The Future Day, giornata dedicata al 30esimo anniversario di una delle più grandi saghe cinematografiche mai esistite e divenuta un manifesto più che longevo della cultura pop, una trilogia sempre attuale e di qualità, che riunisce amici e famiglie al cinema o davanti alla televisione, il primo amore che si ripresenta ogni volta armato di nostalgia.

Il film sarà presente nelle sale italiane grazie a Nexo Digital e Universal Pictures con i primi due capitoli e su Italia 1, domani dalle 19:25 verrà riproposta l’intera trilogia.

Ritorno al futuro Hoverboard 4I fan di Back To The Future o all’italiana Ritorno al Futuro saranno sicuramente a conoscenza dell’Hoverboard, skateboard fluttuante che funziona senza l’ausilio di rotelle, Marty lo utilizza nel secondo capitolo dell’opera, portando milioni di Skaters a chiedersi come sia possibile che in più di trent’anni non ci sia stata un’evoluzione dalle semplici rotelle. In realtà ci sono ben tre case che stanno cercando di rendere l’Hoverboard realtà, la situazione complicata, nonostante le tecnologie stiano facendo passi da gigante.

Il primo che andiamo ad analizzare è:

Omni Hoverboard 

Sicuramente è un’ottima partenza ma non è di certo finito, l’Omni Hoverboard presenta un 50% di pregi e altri 50 di difetti. A differenza di Hendo Hoverboard e Lexus Hoverboard, l’Omni è in grado di viaggiare su acqua o altre superfici, la durata è però limitata e non c’è possibilità di atterrare in modo sicuro su strada, essendo molto grande e instabile, infatti potrebbe anche uccidere accidentalmente una persona. Ovviamente stiamo parlando di un prototipo Mark-1 che ha portato i creatori a vincere il Guinnes World Record per aver percorso ben 275,9 m. Potremmo vederlo come una versione non riuscita dell’aliante (rudimentale) del Green Goblin nel primo Spider-Man di Sam Raimi.

Incrociamo le dita su una futura e più riuscita evoluzione.

Hendo Hoverboard 

Ritorno al futuro Hoverboard 3

La Hendo ha tutte le carte in regola per vincere in innovazione con il suo Hendo Hoverboard, sia per l’accattivante pubblicità, che per stabilità e sicurezza della tavola. Si avvicina notevolmente come design alla tavola presente in Ritorno al Futuro II a differenze che è di colore nero e ha due led blu al di sotto. Ha bisogno di aleggiare su una determina superficie, il sogno di poter percorrere sul proprio Hoverboard qualunque distanza o girare ovunque si voglia è per ora sfatato. Parliamo comunque di un progetto ambizioso che porterà rivoluzioni anche nel campo dello skate, chissà che in futuro non vengano installate superfici sia per rotelle che per Hendo.

Una notizia più che positiva è la collaborazione di Tony Hawk al progetto.

La stabilità è notevole e non c’è pericolo di far male qualcuno con la tavola.

Lexus Hoverboard

Ritorno al futuro Hoverboard 2

Come per Hendo, Lexus Hoverboard ha bisogno di fluttuare su una superficie adatta proprio a quello scopo. A parte Omni che è instabile ma cammina su acqua, Lexus non ne ha la possibilità e ciò lo rende un buon prodotto con l’apposita superficie e per quanto riguarda il design.

Adesso siete consapevoli che l’Hoverboard esiste già ma nessuno ha realmente trovato il modo di renderlo utile allo scopo di utilizzarlo nella vita di tutti i giorni e su qualsiasi superficie. L’importante è che la ricerca continui, perché oltre ad essere utile per lo Skate, l’invenzione dell’Hoverboard potrebbe essere anche utile per arrivare alle auto fluttuati di Futurama. Speriamo che cinema e realtà per quanto riguarda la tecnologia diventino sempre più simili, così da poter avere tante nuove rivoluzioni.

 

 

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.