Ligabue Made in Italy: film in uscita nel 2018

Uscirà il 15 gennaio 2018 il film di Luciano Ligabue ispirato all'ultimo album Made in Italy.

Ligabue, nuovo album

Sarà nelle sale il 25 gennaio il terzo film da regista del cantante di Correggio Luciano Ligabue.

Con un video messaggio il roker ha ringraziato i tantissimi fan che, nonostante un anno complicato, hanno continuato a seguirlo. Ricordiamo che lo scorso febbraio Ligabue è stato costretto ad interrompere il “made in Italy tour” per dei problemi alle corde vocali. Dopo l’operazione a Lione, il roker ha ripreso il suo tour e iniziato a girare il terzo film.

Il terzo film di Ligabue

“Devo ancora girare delle scene finali – dice nel suo video messaggio – ma stiamo andando avanti con la post produzione per essere nelle sale il 25 gennaio”.

Il film, tratto dall’ultimo album, entrambi infatti hanno lo stesso titolo (Made in Italy) racconta la storia di Riko, che è un po’ l’alter ego del cantante che di secondo nome si chiama Riccardo, è un uomo per bene. Ha un lavoro, una famiglia, una moglie che ama nonostate i tanti alti e bassi, un figlio che frequanta l’università e che vuole una vita diversa. Lui è quasi in secondo piano, preso com’è dal “dover fare”: fare il padre, il marito, il lavoratore in un posto che non ha scelto e che non ama.

Accadde Oggi 13 marzo: nasce Luciano Ligabue

Ha molti amici che lo aiutano a superare le crisi di coscienza, il più fidato di tutti è Carnevale (Fausto Maria Sciarappa) l’amico con il quale divide tutte  le angosce. Ad un certo punto però, succede l’imprevedibile, tutte le certezze di Riko crollano, la sua vita, già imperfetta, cambia e lui si trova in una sorta di limbo e deve scegliere cosa fare. Dopo una serie di conflitti e arrabbiature Riko deciderà di cambiare tutta la sua vita e iniziare da capo un nuovo percorso.

Nel cast, insieme a Fausto Maria Sciarappa, troviamo Stefano Accorsi che interpreta il protagonista (Accorsi avava già lavorato al primo film da regista di Ligabue, “Radiofreccia”) e poi Kasia Smutniak, Tobia De Angelis e Walter Leonardi.

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.