Marco Masini “Tu non esisti” nuovo singolo: Audio e Testo

Dal 31 Marzo in radio il nuovo singolo di Marco Masini "Tu Non Esisti"

Marco Masini, nuovo album
©_ANGELO_TRANI

Sarà in programmazione radiofonica da venerdì 31 marzo, “Tu non esisti” il nuovo singolo di Marco Masini, tratto dall‘ultimo album uscito lo scorso febbraio intitolato “Spostato di un secondo”.

All’interno del nuovo album prodotto da Diego Calvetti, Marco Masini assapora nuove sonorità electro pop deviando dal classico crescendo e valorizzando l’inconfondibile timbro vocale, tra brani energici e ballad incalzanti. Il tema centrale è la rilettura del tempo trascorso senza nostalgia ma con consapevolezza.

Tu non esisti” introduce anche l’attività live che Marco Masini sarà impegnato a partire dal prossimo 30 aprile dal Teatro Verdi di Montecatini (PT).I biglietti per assistere ai concerti sono disponibili in tutti i punti vendita autorizzati ed online al sito di Ticketone. Queste le date al momento confermate:

  • 30 aprile al Teatro Verdi di Montecatini (PT)
  • 3 maggio al Teatro delle Muse di Ancona
  • 5 maggio all’Auditorium Parco della Musica – Santa Cecilia di Roma
  • 7 maggio al Linear Ciack di Milano
  • 9 maggio al Teatro Massimo di Pescara
  • 10 maggio all’Obihall di Firenze
  • 13 maggio al Teatro Colosseo di Torino
  • 14 maggio al Teatro Verdi di Pisa
  • 16 maggio al Teatro Politeama Greco di Lecce
  • 20 maggio al Palabanco di Brescia
  • 25 maggio al Politeama Genovese di Genova (NUOVA DATA)
  • 27 maggio al Gran Teatro Geox di Padova.

TU NON ESISTI

Si dice che tutto torna
Tutto torna dov’è nato
Che fa il giro del mondo
E ricomincia poi da capo
Che hai vissuto qualcosa
Ma non ti ricordi niente
Opaco, distante
Come un giorno che eri assente ed io
Mi sveglio, mi guardo allo specchio
E mi vedo un disastro
Sarà stato un brutto sogno
Che vomiti al mattino e passa tutto
Passa come una sbronza
Con un mal di testa che ti spacca
Ma almeno stavolta non è colpa mia
Perché tu, tu non esisti
Altrimenti saresti qui con me adesso
A parlare, scherzare, a fare l’amore,
Guardare un film, rifare l’amore,
più forte ancora,
fino a nasconderci dal tempo e..
come avremmo chiamato nostro figlio,
Sarebbe stato intelligente come te
O magari stronzo come me, chissà
Ma adesso cosa importa, adesso negheresti
adesso che, adesso che
Tu non esisti
E allora fai crollare i ponti
Fai sparire le strade
Rimani un’isola lontana
Fuori da ogni mare
E cambia nome alle stazioni
Ora che sembrano uguali
Tutti i posti dove andare
E allora spegni questo cielo
Smonta pure le stelle
Le scenografie eccessive, togli pure quelle
E lascia solo questo inverno
Si dice mai guardarsi indietro
Il passato è già passato
E gli errori sono umani
Ma le tue mani sono errori
Che ho commesso e non mi pento
Perché preferisco piangere, che rimpiangere
E stavolta non è colpa mia.
Perché tu, tu non esisti
Altrimenti saresti qui con me adesso
A provarci di nuovo a scavare sul fondo
Con le mani, le unghie
Per trovare una goccia, soltanto
E un po’ di senso a questa vita
Incasinata e fuori moda
Che avrei voluto non pagare mai il conto
o magari chiedere uno sconto
e tu, invece tu ci provi, invece tu resisti
adesso che, adesso che
tu non esisti.
E allora fai crollare i ponti
Fai sparire le strade
Rimani un’isola lontana
fuori da ogni mare
E chiudi tutte le finestre
Guardare dentro ora è più importante
che guardare fuori
E allora spegni questo cielo
Smonta pure le stelle
Le musiche di sottofondo, togli pure quelle
E lascia solo questo inverno
Si dice che tutto torna
Tutto torna dov’è nato
C’è chi fa il giro del mondo
Per dimenticare chi è stato
E poi ci sono due, due che si sono visti
Che sembra già passato un secolo
E adesso
Tu non esisti
Tu non esisti

Sono nato in provincia di Bergamo nel 1982, ed è qui che continuo a vivere… Musica, Moda e Fotografia sono la mia vera passione. Musica: da sempre ho l’esigenza di ascoltare, avvicinarmi a nuovi suoni e conoscere i nuovi talenti della musica, Moda tutto quello che è lusso, abiti accessori io impazzisco, Fotografia: è la mia vera più grande passione, scattare, immortalare, cogliere l’attimo e renderlo vivo per sempre… questa è l’immagine.