Meningite Toscana: tre nuovi casi

Brescia, imprenditore muore per Meningite Fulminante: colpito da meningococco di tipo C 3

Nelle ultime 24 ore, ancora tre casi in Toscana

A pochi giorni dalla morte del bambino di 22 mesi di Lucca, ancora casi di Meningite in Toscana, due dei quali di tipo B: un ottantatreenne a Livorno ed un cinquantunenne a Firenze, più una ventenne di Prato affetta da meningococco di ceppo C. 

Continua l’allarme in Toscana, dove si continua la campagna per effettuare il vaccino. Desta preoccupazione nelle ultime ore la notizia della ragazza pratese di vent’anni, che si era vaccinata proprio lo scorso settembre. “Il Servizio di Igiene pubblica e della nutrizione del Dipartimento di Prevenzione – si legge nel comunicato – ha prontamente attivato tutte le procedure per la profilassi e sta sottoponendo, già dalle prime ore di questa mattina, a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei 10 giorni precedenti all’esordio dei sintomi della paziente hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con la ragazza”. 

Adesso in tutta la regione si teme il contagio, mentre si continua a studiare ogni singolo caso nel laboratorio analisi dell’ospedale Meyer di Firenze. “Il servizio di igiene e sanità pubblica fiorentino – ha spiegato la Ausl Toscana – ha subito attivato le misure di profilassi, sulla base della valutazione del profilo di rischio”.

Salgono a 61 i casi dall’inizio del 2015, di cui 38 soltanto nel 2016

Per contrastare la malattia, la Regione Toscana ha promosso una campagna di vaccinazione straordinaria già dall’aprile del 2015, somministrando in tutto somministrate oltre 735mila dosi di vaccino alla popolazione. Per tutte le informazioni utili, consultate il portale della Regione Toscana.