Politica

Muro Messico-Usa, oltre 600 le Aziende interessate a costruirlo

Oltre 600 aziende hanno mostrato interesse per la costruzione del muro fortemente voluto da Donald Trump per creare, al confine con il Messico, una “barriera” di due mila chilometri. Il fatto dovrebbe destare stupore eppure, a quanto pare, gli affari sono affari.

Interesse Econimico dietro alla costruzione del Muro

Le oltre 600 proposte delle Aziende saranno sottoposte ad un processo di selezione la cui fase Finale, secondo l’avviso emesso dal governo degli Stati Uniti, inizia il 20 Marzo quando le aziende che avranno superato lo screening iniziale dovranno inviare un documento con il progetto del muro per la cui costruzione si richiede la presenza di strutture in cemento armato alte circa nove metri. Un rapporto interno del Department of Homeland Security statunitense, visionato da Reuters il 9 febbraio, indica che il costo del muro al confine con il Messico è ben al di sopra dei 12.000 milioni dollari previsti inizialmente, ma, a quanto pare, è intenzione di Trump impostare una tassa del 20% su tutte le importazioni provenienti dal Messico per pagare i costi della costruzione lungo la frontiera messicana.

Un muro sul confine: la fine della globalizzazione?

Come affermato a Fox News il 2 febbraio, il Segretario del DHS, John Kelly, si aspetta che la costruzione del muro al confine con il Messico sia completata in due anni prevedendo che “Il muro inizialmente va costruito dove necessario, poi, gli spazi vuoti saranno riempiti”. In tempi di globalizzazione l’esistenza di muri è una contraddizione ma la paura dell’altro, della sua imprevedibilità, nascosta dietro una falsa idea di “sicurezza” non fa che produrne di nuovi. Il confine tra Messico e USA è una linea divisiva emblematica sulla quale provare a comprendere se non sia miope per una democrazia come quella Statunitense, al cui interno ben oltre il 17% della popolazione si definisce Hispanica, concepire una muraglia di contenimento, dovesse anche trattarsi solo di una misura di natura economica.

Tag

Pasquale De Salve

Laureato in Filosofia, mi occupo di comunicazione politica e sociale. Qui scrivo di politica, diritti ma anche di altro. Ove conoscenza permette cerco di avere uno sguardo ampio sui fatti. Mi piace evidenziare i nodi delle questioni con un approccio riflessivo, pragmatico e razionale. Nonostante tutto, non mi piace rimanere ad immaginare ciò che c'è oltre il muro. Credo sia necessario andare a guardare e provare a capire.
Back to top button
Close
Close