Cronaca

Napoli, blitz anticamorra: 23 arresti

Coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, la polizia partenopea ha inflitto un duro colpo alla camorra del rione Ponticelli eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del tribunale di Napoli, nei confronti di 23 persone.

Tutti appartenenti al clan De Micco, i 23 arrestati sono accusati, a vario titolo, d’associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, ricettazione e incendio. Nel corso della retata, gli agenti della Squadra mobile hanno anche sequestrato diverse armi e numerose munizioni.

Le indagini

Le indagini eseguite hanno, così, permesso agli inquirenti di ricostruire, passo dopo passo, l’ascesa del clan De Micco, un tempo affiliato al clan Cuccaro, che dalla fine del 2012 si è imposto nel quartiere di Ponticelli, zona est di Napoli, dando origine ad una forte struttura gerarchica attraverso alla quale ha impugnato il controllo del territorio, la gestione delle piazze di spaccio e il predominio nelle attività estorsive.

D’altra parte, gli investigatori sono riusciti anche a ricostruire la dinamica dell’agguato del 23 dicembre 2016, nella quale venne assassinato Salvatore Solla, mentre, Giovanni Ardu riuscì a sfuggire ai killer. I motivi di quest’agguato sono da riscontrare nei contrasti tra il clan De Micco e lo stesso Solla, ex affiliato al clan Sarno, intenzionato a gestire autonomamente una piazza di spaccio nel quartiere di Ponticelli, disconoscendo così l’egemonia della cosca.

Tag

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close