Nobel per la letteratura 2018 cancellato per lo scandalo molestie sessuali

Dopo la bufera scatenatasi sul fotografo Jean-Claude Arnault, sposato con una dei membri dell’Accademia, si è deciso di non assegnare il prestigioso riconoscimento.

Premio Nobel

Il premio Nobel per la letteratura 2018 non sarà assegnato. Oggi, 4 maggio, la commissione riunitasi a Stoccolma per discutere la questione ha preso una decisione storica e l’Accademia di Svezia, l’organizzazione che ogni anno consegna il riconoscimento, ha dichiarato che “il premio per la Letteratura 2018 sarà assegnato e annunciato contemporaneamente a quello del 2019”.
Non succedeva dal 1943 ma è stato necessario un segno forte di denuncia, anche da parte dell’Accademia stessa vista la gravità dello scandalo iniziato lo scorso novembre.

Un quotidiano locale svedese aveva riportato all’attenzione dell’opinione pubblica le accuse di aggressione e molestie sessuali avanzate da 18 donne contro Jean-Claude Arnault, fotografo franco-svedese, noto personaggio dell’establishment culturale svedese e marito della poetessa Katarina Frostenson. Ma cosa collega le accuse di molestie con l’operato dell’Accademia? La Frostenson è dal 1992 un membro dell’Accademia che assegna il Nobel per la letteratura. Inoltre, secondo quanto riportato dal quotidiano Svenska Dagbladet, citando ben tre testimoni, durante una manifestazione del 2006 organizzata dalla stessa Accademia il fotografo avrebbe palpeggiato la principessa Victoria, soccorsa da un’assistente che è riuscita ad allontanare il molestatore. Ovviamente, attraverso il suo avvocato, Björn Hurtig, Arnault ha negato “fortemente” ogni accusa, compresa la presunta molestia alla principessa Victoria, e dichiara che queste voci hanno l’unico scopo di danneggiarlo. Le indagini della polizia iniziate a dicembre riguardanti le accuse di molestie non hanno portato a prove schiaccianti e una parte di essere era stata archiviata a marzo visto che alcune accuse si riferivano a fatti avvenuti troppo tempo prima. L’indagine interna dell’Accademia, invece, aveva portato in aprile all’allontanamento di Katarina Frostenson, la moglie di Arnault, e alle dimissioni di altri cinque membri dell’assemblea, tra cui la scrittrice Sara Stridsberg e il capo dell’Accademia, Sara Danius.
Il premio Nobel per la letteratura nel 2017 era stato assegnato allo scrittore giapponese Kazuo Ishiguro. Il 2018 sfortunatamente non avrà il suo vincitore. Ma è stato un gesto dovuto visto che l’organizzazione ha ricevuto molte critiche per il modo in cui ha gestito la vicenda e l’Accademia ha dichiarato che la cancellazione dell’edizione 2018 è dovuta alla mancanza di fiducia da parte del pubblico che la vicenda ha generato.

Pubblicato da Eleonora Panseri

Milanese di adozione, romana di nascita. Classe 1994, laureata in “Lingue” all’Università La Sapienza di Roma, attualmente frequento il corso di laurea magistrale in “Editoria, culture della comunicazione e della moda” dell’Università degli Studi di Milano. Interessata a tutto ciò che accade nel mondo, sogno un futuro nel giornalismo. Nel tempo libero, leggo, scrivo e viaggio.