Omicidio Alatri, l’Autopsia: Emanuele Morganti Massacrato

Emanuele Morganti è stato massacrato: l'esito dell'autopsia sul corpo del ragazzo non lascia spazio a dubbi. Si è trattato di un omicidio efferato

Omicidio Alatri, l'Autopsia: Emanuele Morganti Massacrato

Alatri, l’autopsia ha dimostrato che Emanuele Morganti è stato massacrato e il colpo mortale gli sarebbe stato inflitto alla testa, dove, peraltro, ci sono tante ecchimosi. Un omicidio efferato, un pestaggio durato quindici interminabili minuti, quello avvenuto venerdì scorso nella cittadina laziale.

Qualche giorno fa il ragazzo è stato massacrato nel corso di una rissa all’esterno di una discoteca finendo in ospedale senza che però ci fossero possibilità di rimanere in vita e, quindi, ha salutato questo mondo in maniera brutale, tanto brutale quanto è stata la sua morte per la quale gli inquirenti stanno ancora investigando.

OMICIDIO ALATRI: I RISULTATI DELL’AUTOPSIA

Nella giornata di ieri, pertanto, l’autopsia sul corpo di Emanuele Morganti ha chiarito la dinamica, il modo e le responsabilità di chi ha eseguito il massacro. Sono stati circa dieci i colpi inferti al ragazzo che hanno provocato tante ecchimosi soprattutto in testa sulla quale, inoltre, è arrivato il colpo di grazia. Attorno a questa vicenda sarebbero “montate” tantissime polemiche relative a uno dei due fermati, un certo Mario Castagnacci, che il giorno prima del delitto era stato scarcerato pur essendo stato beccato in possesso di ingenti dosi di droga. Per questo motivo, oltretutto, è stata aperta una pratica sul giudice del tribunale di Roma che avrebbe ordinato la sua libertà.

Per l’omicidio di Emanuele Morganti, quindi, i colpevoli sarebbero Castagnacci che avrebbe agito insieme al fratellastro Paolo Palmisani, in carcere per omicidio volontario con l’aggravante dei futili motivi, e il padre del primo che sarebbe indagato per rissa. Intanto nella giornata di oggi la salma del ragazzo dovrebbe far ritorno ad Alatri e sabato pomeriggio ne verranno celebrati i funerali.