Attualità

Orphans’s dreams e la speranza di un futuro migliore nel terzo mondo

Atterro all’aereporto di Mombasa alle 11.00 ore keniane , all’uscita c’è Davide che ci aspetta , saliamo sulla geep e ci dirigiamo verso il suo orfanotrofio che fonda nel 2017. Inizio a fare domande sul posto, il centro sorge a Likoni, un villaggio a 10 minuti di navigazione da Mombasa, povero di risorse e di infrastrutture. Orphans’s Dreams è un’associazione Onlus privata, apolitica e non confessionale che opera in Kenia. Sopravvive esclusivamente grazie agli aiuti dei singoli benefattori, senza ricevere alcun appoggio da enti pubblici. Li conosco un’altra volontaria e tutti i bambini. L’impatto iniziale è stato forte e già dopo poche ore capisco la passione e la devozione che ha messo Davide in questo progetto: “L’autentico viaggio interiore della mia vita è iniziato dopo la scomparsa di mio padre Valerio. E’ stato lui a insegnarmi il modo per raggiungere la libertà mentale; lui mi ha consegnato la chiave del coraggio, della tenacia, della forza. -Continua Davide –  “A sua volta con il suo esempio mia mamma mi ha trasmesso l’attenzione verso i più deboli e i più bisognosi.
Per fare di una Assenza una nuova Forza sono stati sufficienti 40 giorni come volontario in un orfanotrofio a Likoni in Kenia, con bambini meno fortunati di altri: il loro bisogno di affetto e i grandi sorrisi che mi hanno regalato in quei giorni mi hanno reso quello che la vita di più caro mi aveva tolto. In questa metà del cielo, ho capito che l’essenza e lo scopo della mia vita è dedicarmi a loro e che questo sarebbe stato per me l’ideale completamento di un percorso di crescita. “ Ci ho messo veramente poco ad attaccarmi ad ogni singola storia di ognuno di loro, ma sopratutto a loro come persone , solo chi vive e tocca con mano puó realmente capire, ormai mancano pochi giorni alla partenza e qui ho capito veramente il senso della vita, la mattina quando ti svegli , non sarà mai troppo presto perché ci sarà Mama che avrà già dato la colazione ai piccoli, ci sarà chi laverà nelle bacinelle i vestiti e li stenderà sul prato, ci sarà Isac che accenderà il fuoco per preparare la cena a tutti e alle diciassette quando i ragazzi  torneranno da scuola, finiranno i compiti e finalmente ceneremo, pregheremo e andremo a letto con una pace mai provata e trovata prima , con la speranza di un futuro migliore. Un’esperienza che ti cambia la vita!

Ci saranno altri progetti in atto quindi per chi volesse contribuire può trovare tutte le informazioni utili sul sito della Onlus.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close