Attualità

Papa Francesco in Bulgaria e Macedonia: “Giovani sognate e rischiate come Madre Teresa”

Quello di Papa Francesco in Bulgaria e Macedonia del nord è il 28° viaggio apostolico. Dal 5 al 7 maggio il Santo Padre ha visitato dapprima le città di Sofia e Rakovski in Bulgaria; e in Macedonia il 7 maggio 2019, ha visitato la città di Skopje che è anche la capitale dello stesso stato. Oltre al viaggio apostolico “classico”, il Pontefice ha instaurato un importante canale per il dialogo interreligioso in Bulgaria ed in seguito in Macedonia ha visitato i luoghi di Madre Teresa di Calcutta.

L’incontro ecumenico e interreligioso

Un incontro importante del Papa è stato sicuramente l’incontro ecumenico e interreligioso con i Giovani nel Centro Pastorale di Skopje. Così dunque Papa Francesco: “Vorrei dirvi: sognare non è mai troppo. Uno dei principali problemi di oggi e di tanti giovani è che hanno perso la capacità di sognare. Né molto né poco, non sognano. E quando una persona non sogna, quando un giovane non sogna questo spazio viene occupato dal lamento e dalla rassegnazione o dalla tristezza”. Ed ancora ha continuato: “Quando tutto sembra fermo e stagnante, quando i problemi personali ci inquietano, i disagi sociali non trovano le dovute risposte, non è bene darsi per vinti […]  E voi giovani dovete sognare alla grande!”. Infine il ricordo del Pontefice è andato sicuramente a Madre Teresa di Calcutta, da Lui stesso canonizzata: “Ciascuno di voi, come Madre Teresa, è chiamato a lavorare con le proprie mani, a prendere la vita sul serio, per fare di essa qualcosa di bello. Non permettiamo che ci rubino i sogni (cfr ibid., 17), no, state attenti! Non priviamoci della novità che il Signore ci vuole regalare. Troverete molti imprevisti, molti…, ma è importante che possiate affrontarli e cercare creativamente come trasformarli in opportunità”.

Madre Teresa: ” la matita di Dio”

Oggi, ultimo giorno del viaggio, il Santo Padre Francesco si è recato in visita al Memoriale Madre Teresa. Al Suo arrivo è stato accolto dalla Madre Superiora e dalle Suore di Madre Teresa e da un bambino che gli ha donato dei fiori. Quindi si è recato davanti alla statua di Santa Teresa di Calcutta per deporre l’omaggio floreale. Successivamente ha raggiunto la cappella all’interno della quale erano riuniti i Leader delle Comunità religiose presenti nel Paese e due parenti di Madre Teresa. Sull’altare era esposta la reliquia della Santa, alcuni oggetti personali e cinque candele a rappresentare le confessioni religiose. Dopo un momento di preghiera silenziosa davanti alla reliquia della Santa, il Papa ha recitato una preghiera in onore di Madre Teresa. Al termine, il Santo Padre ha salutato i Leader Religiosi e i parenti di Madre Teresa e ha raggiunto il cortile dove si trovavano i circa 100 poveri assistiti dalle Suore Missionarie della Carità.

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close