Parco Archeologico Elea-Velia Chiuso: Sito devastato dopo Incendio

Il soprintendente Apab Francesca Casule ha disposto la chiusura del sito archeologico di Elea-Velia

E’ stato chiuso il parco archeologico di Elea-Velia in provincia di Salerno, dopo l’incendio che ha letteralmente devastato il sito di Ascea. Il fuoco ha colpito inesorabilmente il quartiere arcaico, antico insediamento dei Focesi, e ha lambito la Villa degli affreschi, la Porta Rosa e il quartiere settentrionale.

Incendio a Elea-Velia, il soprintendente decide per la chiusura del parco archeologico

Per questo motivo, il soprintendente dell’Abap di Salerno e Avellino Francesca Casule ha annunciato la chiusura momentanea del sito all’Ansa: “Ho disposto, per il momento, la chiusura del Parco archeologico di Elea-Velia, preliminarmente a tutta una serie di verifiche sulla stabilità e l’ancoraggio delle strutture archeologiche per scongiurare possibili danni ai dipendenti e ai visitatori”.

La richiesta di Genius Loci Cilento: “Installare termocamere”

Una decisione, come spiega la soprintendente, resasi necessaria a causa delle condizioni di pericolo per chi ogni giorno si reca nel sito archeologico, che siano i lavoratori o i turisti. La Casule lamenta anche un danno d’immagine dopo questo accadimento, mentre l’associazione Genius Loci Cilento chiede l’acquisto e installazione di termocamere, dal momento che incendi del genere sono già in passato avvenuti. Le fiamme di ieri anno peraltro devastato ettari di collina.