“Pinochet-Venezuela”, la gaffe di Di Maio

Una gaffe che fa sorridere, ma poi non troppo se a farla è il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. Cosa ha scritto? “Pinochet era in Venezuela”.

Tutto è nato da un attacco contro il premier Renzi sul referendum costituzionale. Uno dei leader del Movimento 5 Stelle confonde il Cile con il Venezuela visto che nel suo scritto definisce il premier attualmente in carica in Italia come “…il referendum di ottobre, novembre o dicembre (ci facciano sapere la data, quando gli farà comodo) lui stesso lo sta facendo diventare un voto su questo personaggio che ha occupato con arroganza la cosa pubblica, come ai tempi di Pinochet in Venezuela. E sappiamo come è finita”.

Naturalmente la gaffe ha subito trovato sponda sui social con chi attacca il leader grillino e chi invece lo prova a difendere. Certo quello che resta è che ancora una volta la politica italiana, anche quella che si vuole dire innovativa rispetto al passato, esce fuori completamente fracassata sotto il punto di vista culturale.

Leggi anche: