Attualità

Protesta bus turistici a Roma: bloccata Piazza Venezia

Una città paralizzata: così si è ritrovata questa mattina la capitale. Centinaia di autobus turistici hanno invaso Piazza Venezia per protestare contro il nuovo regolamento comunale che vieta loro l’accesso nel centro storico a partire del 2019.

“È inaccettabile che Roma sia tenuta sotto scacco bus turistici: il centro va subito liberato, sciogliete l’assemblea perché state paralizzando la città”, ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, parlando ad una delegazione di rappresentanti dei gestori dei bus turistici che stanno protestando sotto il Campidoglio. “È finito il tempo in cui i bus turistici scorrazzano per la città”, ha concluso la sindaca.

Il corteo ha causato la chiusura di via del Teatro Marcello in direzione piazza Venezia. Chiusa anche via dei cerchi con ripercussioni di traffico sul lungotevere a partire da piazza Bocca della Verità.

Cosa prevede il nuovo regolamento

Il nuovo regolamento, che ha provocato la protesta di questa mattina, istituisce nuove zone a traffico limitato: A (territorio entro il Gra), B (corrispondente alla Ztl Vam) e C (Centro storico), con diverse discipline. La Zona C corrisponde all’attuale Ztl Centro storico, che sarà interdetta ai bus turistici. Uniche eccezioni i mezzi che trasportano scolaresche e quelli che accompagnano i turisti negli alberghi (ma in quest’ultimo caso con precisi limiti: non più di 30 pullman al giorno, hotel con almeno 40 camere). La Zona B: è interna all’attuale Ztl Vam (quella in cui non possono circolare i mezzi di lunghezza superiore a 7,5 metri).

Eliminate anche le due aree di sosta breve (15 minuti) nella Ztl Centro storico (via del Teatro Marcello e via Milano), così come il parcheggio di San Gregorio presso il Colosseo. Aumentati, invece, gli stalli di sosta per gli autobus in Ztl A e B.

 

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close