Ridefinire il Gioiello al museo del Bijou: Info e Date

La settima edizione di ”Ridefinire il gioiello” prenderà il via a Casalmaggiore il prossimo 24 novembre.

Museo del gioiello

Per la gioia di tutti coloro che operano nel settore o semplicemente sono appassionati, arriva tra pochi giorni  la VII edizione di RIDEFINIRE IL GIOIELLO, a cura di SONIA PATRIZIA CATENA e stavolta  lo fa mettendo in relazione la Tradizione con la Sperimentazione: 40 gioielli contemporanei che dialogano con i bijou del passato raccontando il MUSEO DEL BIJOU.
Dal 24 novembre al 13 gennaio 2019  la settima edizione di Ridefinire il Gioiello sarà ospite al Museo del Bijou di Casalmaggiore. Durante la serata inaugurale di sabato 24 novembre dalle ore 16.30 saranno presentati 40 gioielli inediti, progettati da artisti italiani e stranieri: il passato ispira il gioiello contemporaneo.

Ridefinire il Gioiello nato nel 2010 da un’idea dalla curatrice Sonia Patrizia Catena è diventato negli anni un importante punto di riferimento sia nell’ambito della sperimentazione materica del gioiello d’arte, che nella ricerca e promozione di  per artisti e designer emergenti. Una vetrina esclusiva che offre un focus annuale su quello che è il fermento della scena artistico contemporanea del gioiello.
Si tratta di un progetto che ha coinvolto più di 3.500 creativi tra artisti, designer e orafi, di tutto il mondo che hanno spinto  la loro ricerca al di là dei confini usuali, dimostrando come il valore di un materiale non risieda nella preziosità, ma nella capacità di rendere  un’idea indossabile. In questi anni Ridefinire il Gioiello ha dato vita a un circuito di sinergie in continua evoluzione non solo tra gli artisti, ma ha coinvolto, sapientemente, gallerie, concept store e operatori del settore.

La manifestazione, legata a un concorso annuale, oltre ad avere  l’obiettivo primario di valorizzare e promuovere una nuova concezione del  gioiello, quello artistico, dando voce a diverse ricerche stilistiche e materiche, diventa punto di incontro, confronto e dialogo  per gli stessi artisti e designer.

Ridefinire il Gioiello, riesce, insieme ad altri Concorsi ed associazioni, a dare la possibilità a talenti emergenti di essere conosciuti in un settore, come quello del Gioiello Contemporaneo, attualmente molto competitivo.

Stavolta a farla da padrone è stato un fil rouge molto caro alla tradizione italiana ed al design stesso: la memoria.
La progettazione di qualsiasi prodotto, oggetto, di design non è avulsa da uno studio e da una esplorazione del passato e del presente. Il compito del Designer in effetti è di progettare, con creatività ed in modo critico a partire da fonti già esistenti.
I fortunati selezionati hanno progettato un gioiello con il fine di valorizzare la memoria dei tesori custoditi nel Museo del Bijou di Casalmaggiore. Monili che mettono in scena le potenzialità intrinseche del museo e degli oggetti in esso conservati, un luogo, memoria del passato, che non cristallizza solo anelli, collane, bracciali, orecchini, ma diventa spazio creativo e dinamico, capace di generare nuove tendenze e fonte inesauribile d’ispirazione per il gioiello contemporaneo. Il museo diventa perciò promotore di nuove narrazioni attraverso un meccanismo capace di mettere in connessione, mondi, stili, epoche e creazioni differenti: il bijou del passato in dialogo con il gioiello contemporaneo. La tradizione in relazione alla sperimentazione. L’ispirazione, per i designer e gli artisti, è nata dal singolo bijou o dal dettaglio nascosto che il museo, come un promemoria, porta quotidianamente sotto i nostri occhi.

Anche questa edizione vede per i vincitori decretati dalla giuria  la possibilità di ricevere i premi speciali dai partner e media partner di Ridefinire il Gioiello. I vincitori dei premi avranno la possibilità di esporre presso: Galleria Rossini di Marco Rossini durante il Fuorisalone 2019, Circuiti Dinamici per il progetto wunderkammeraLet’s  Feel Good di Milano e il concept store di Roma myday-byday.

A cornice di Ridefinire il Gioiello la mostra “Archivi della memoria” dell’artista Ida Rosa Scotti. Sculture e disegni raccontano come l’atto del ricordare sia fondamentale per la vita perché la memoria è trasmissione di esperienze e quindi di cultura, e impedisce che fatti, vicende vissute siano dimenticati. Pagine ritrovate che rievocano e recuperano ricordi, custodendone le tracce sulla propria porosa superficie.

IN MOSTRA
Brunella Alfinito e Angelica Tulimiero, Amàlgama Jewels, Silvia Arcaini e Rita Nardomarino, Atelier Manituana, Boolar, Luciano Capossela Gioielli, Chimajarno, Cristina Croce, donidelmare, Jimena Duarte, Elenadp Crea, Fragiliadesign di Francesca Di Virgilio, GENOS di Adriana Del Duca, Gocce d’Arte di Samantha Iovenitti, Nahiot Hernández, Khàrm Design, Vanessa Kubach, laLì creative leather, Elisa Lanna, Emilie Le Dez, Daniela Luzzu, Mahhi by Mahnaz Seyedekhtiary, Rita Martínez art jewelry, Paola Marzoli, Anna Negrelli, Nobahar Design, PEPITE di Giulia Scandolara, Perfetta D’Empaire, QÈC, Victor Rodriguez, Rosalba Rombolà, Francesca Romana Sansoni, Loreta Segato, Sognando lo scirocco jewels, Studiozero-vetro di Caterina Zucchi, Alessandra Stumpf, Maria Tenore, Valentina Viganò, Giulia Vignetti, Cristian Visentin.

#ridefinireilgioiello2018
#memoriepreziose #ridefinireilpassato

MEDIA PARTNER
A glittering woman, artspecialday, Boop.it, Nouvelle Factory

 PARTNER
Circuiti Dinamici, Dimensione Danza, Galleria Rossini, Let’s Feel Good, Microbo.net, myday-byday, Giulia Vigo Fotografa

Ridefinire il Gioiello
A cura di Sonia Patrizia Catena, promuove dal 2010 la creatività e il gioiello contemporaneo, ponendosi l’obiettivo di indagare e mappare in modo trasversale le interdipendenze tra il settore dell’artigianato-artistico e quello del design, individuando le criticità e le opportunità che possono contribuire a sviluppare i due settori. Un progetto che ha coinvolto più di 3.500 creativi tra artisti, designer e orafi, che sono stati in grado di spingere la loro ricerca al di là dei confini usuali, dimostrando come il valore di un materiale stia nella capacità di trasfigurare un’idea, nel renderla indossabile. In questi anni Ridefinire il Gioiello ha intercettato e al contempo stimolato l’emergente fermento creativo dando vita ad un circuito sinergico e in movimento. (ridefinireilgioiello.com)

Serata Premiazione e inaugurazione
24 novembre 2018 ore 16.30 (aperto al pubblico)

24 novembre-13 gennaio 2019
Museo del Bijou – via Porzio, 9 | Casalmaggiore
Sala Zaffanella

Orari mostra:
martedì – sabato 10-12 e 15-18
domenica e festivi 15-19
mostra aperta al pubblico fino al 13 gennaio
Chiuso a Natale e a Capodanno

Ingressi: intero € 3,00; ridotto € 2,50. Gratuito per le scolaresche, i possessori dell’Abbonamento Musei Lombardia e, per tutti, la prima domenica del mese.

Info e comunicato stampa forniti da Press Circuiti Dinamici –  Maria Ludovisi (staff – organizzazione)

Pubblicato da Carmela Barbato

Laurea Magistrale in Design per l'innovazione presso l'Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli"- Dipartimento Architettura e Design.
Sono una Designer del Gioiello, fondatrice del Brand Khàrm design. Oltre
il "progettare" ed il "realizzare", mi piace molto lo "scrivere" ed il "raccontare" di tutto ciò che riguarda l'Arte, la Moda, il Gioiello e paradossalmente di Benessere.
Gli oggetti che mi rappresentano e che caratterizzano le mie passioni sono un foglio, una matita, dei colori, una macchina fotografica.
Mi diletto a scrivere su un blog fondato da me.