Viaggi

Ryanair: dal 1° novembre nuove regole sul bagaglio a mano

Ryanair cambia ancora le regole sulle valigie. Otto mesi fa era già entrata in vigore una nuova norma che permetteva di portare il secondo bagaglio a mano gratuitamente, ma in stiva e non nella cappelliera in cabina.

Adesso si chiude definitivamente l’epoca del secondo bagaglio a mano (fino a 10 chilogrammi) gratis. Dal 1° novembre – e per chi prenota da settembre – per salire in aereo con un secondo oggetto oltre a una piccola borsa personale bisognerà pagare tra 8 e 10 euro a tratta. In alternativa si può scegliere di acquistare l’imbarco prioritario (di 6 euro) che consente – come oggi – di salire con entrambi gli effetti personali. Secondo la compagnia low cost irlandese, che è stata recentemente investita da un’ondata di scioperi del personale, la ragione è che le troppe valigie a mano da imbarcare causavano troppi ritardi nella partenza dei voli.

Con le nuove regole sarà concessa la salita a bordo dei passeggericon una piccola borsa personale (misure 40x20x25 centimetri) che, avvisa la compagnia, dovrà essere depositata sotto il sedile anteriore a quello dove ci si siede. Quanto al secondo bagaglio, di solito il più grosso, dal 1° novembre potrà essere imbarcato soltanto dopo aver pagato 6 euro (acquistando l’imbarco prioritario) o 8 euro (acquistando il servizio al momento della prenotazione), altrimenti tra 8-10 euro se l’opzione viene acquistata in un secondo momento. Se invece la valigia pesa più di 10 kg va in stiva al costo di 25 euro.

Da Dublino chiariscono in una nota che «nulla cambierà per il 60% dei nostri clienti visto che il 30% vola già con l’imbarco prioritario e un altro 30% con un solo effetto personale». Non solo, Ryanair sostiene anche che questo cambio non porterà alcun ricavo aggiuntivo perché le nuove tariffazioni «sono significativamente più convenienti del sistema in vigore». L’unico motivo, secondo loro, starebbe nel comportamento dei viaggiatori che, portando anche un totale di 120 borsoni per volo, «causava ritardi al nostro sistema di rotazione dei velivoli che prevede una presenza in aeroporto di 25 minuti».

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close