Attualità

Saldi estivi 2018: quando iniziano e quanto durano

Prenderanno il via la prossima settimana i saldi estivi 2018. Nella maggior parte delle regioni, i saldi inizieranno il 7 Luglio. Diverse le date in cui termineranno gli sconti estivi. Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) suggerisce alcune regole per evitare di essere truffati.

Saldi estivi 2018: calendario regione per regione

Abruzzo: dal 7 luglio al 29 agosto

Basilicata:  dal 7 luglio al 2 settembre

Calabria:  dal 7 luglio all’1 settembre

Campania:  dal 7 luglio al 30 agosto

Emilia-Romagna:  dal 7 luglio al 30 agosto

-Friuli-Venezia-Giulia: dal 7 luglio al 30 settembre

Lazio: dal 7 luglio per sei settimane

Liguria: dal 7 luglio al 14 agosto

Lombardia: dal 7 luglio al 30 agosto

Marche: dal 7 luglio all’1 settembre

Molise: dal 7 luglio al 30 agosto

Piemonte: dal 7 luglio per 8 settimane

Puglia: dal 7 luglio al 15 settembre

Sardegna: dal 7 luglio al 30 agosto

Sicilia: dal 1° luglio al 15 settembre

Toscana: dal 7 luglio all’1 settembre

Umbria: dal 7 luglio al 30 agosto

Valle D’Aosta: dal 7 luglio all’1 settembre

Veneto: dal 7 luglio al 31 agosto

Provincia autonoma di Trento:  dal 1° luglio al 12 agosto

Provincia autonoma di Bolzano: data determinata liberamente dai commercianti

Saldi estivi 2018: consigli del Codacons

Per far sì che gli acquisti vengano fatti in tutta sicurezza, il Codacons offre diversi consigli, per la tutela degli acquirenti. Conservare lo scontrino, perché il venditore è obbligato a cambiare il capo. Nel caso in cui questo fosse terminato, si ha diritto al rimborso. La merce in saldo non dev’essere rimanenza di magazzino, ma merce di fine stagione; inoltre, sconti troppo alti sono spesso sinonimo di truffa. Alcuni venditori alzano il prezzo iniziale dell’articolo, in modo da aumentare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto. Oltre a questi consigli, sarebbe utile fare un giro nei negozi prima dell’inizio dei saldi, appuntando i reali prezzi dei prodotti a cui si è interessati. È obbligatorio esporre prezzo vecchio, prezzo nuovo e percentuale di sconto. Ad ogni modo, chiunque pensi di essere stato truffato, può rivolgersi al Codacons o ai Vigili Urbani.

 

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close