Terrorismo, siriano arrestato a Genova: Voleva arruolarsi

Pericolo terrorismo: le regioni italiane più a rischio attentati

Stava per arruolarsi nel gruppo salafita Al-Nusra, pronto a combattere una guerra – presumibilmente – lontano dall’Italia, paese in cui viveva dal 2012. Si tratta di Mahmoud Jrad, siriano di 23 anni residente a Genova dal 2015 dopo aver vissuto per tre anni a Varese, arrestato stamane dalla polizia del capoluogo ligure.

Già noto alle forze dell’ordine, il giovane aveva già combattuto nel 2015, quando si alleò con i dissidenti del regime di Assad in Siria. Oltre a Mahmoud Jrad, che è stato tratto in arresto, sono state indagate altre sei persone: tra di loro tre imam genovesi, oltre al fratello del 23enne siriano ed altri frequentatori assidui delle moschee tra la città della lanterna e Rapallo.

Nonostante avesse già combattuto lo scorso anno, Jrad non aveva l’appoggio della sua famiglia nella decisione di riprendere le armi in pugno e partire per la Siria. Il ragazzo stava per arruolarsi nuovamente tra le fila di Jabat Al Nusra tramite una rete di contatti che rimane ancora al vaglio della magistratura.

Leggi anche –> Erdogan: “L’Italia pensi alla Mafia”

Meridionale, classe 1992. Disilluso studente di Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione. Nel troppo (poco) tempo libero, collaboratore di Newsly.it e vice-presidente di un comitato civico. Appassionato di politica, criminalità organizzata e sport, coltiva la speranza di diventare un cronista politico. In alternativa ha già pronto il biglietto per aprirsi un bar a Tenerife.