Cronaca

Villaggio di Babbo Natale a Milano sequestrato, perché?

Il Villaggio di Babbo Natale allestito all'Ippodromo di San Siro a Milano è stato sequestrato dalla Procura per motivi di sicurezza.

Il grande Villaggio di Babbo Natale allestito presso l’Ippodromo di San Siro a Milano è stato sequestrato dalla Procura in seguito a dei controlli che hanno riscontrato irregolarità dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza sul lavoro.

Venerdì mattina presso il cantiere del Villaggio di Babbo Natale all’Ippodromo di San Siro ci sono stati dei controlli congiunti da parte della polizia locale e dei tecnici Ats, controlli che hanno spinto la Procura a mettere sotto sequestro tre edifici in costruzione presso l’Ippodromo: la Grande Fabbrica dei Giocattoli, la Casa degli Elfi e la Casa di Babbo Natale. A risultare decisivi per il provvedimento sono state alcune anomalie rilevate dal punto di vista della sicurezza sul lavoro: infatti, gli ispettori hanno sorpreso gli operai a lavoro in altezza con misure di sicurezza assolutamente inadeguate al rischio.

Villaggio di Babbo Natale a rischio?

Per tutti i genitori che già hanno acquistato un biglietto o che sono comunque in procinto di portare i figli in questa affascinante villaggio natalizio una buona notizia c’è: infatti, il Villaggio con molta probabilità si farà poiché l’area non è stata messa sotto sigilli e le irregolarità sembrano riguardare solamente gli edifici di cui vi abbiamo riferito. Il Cse (Coordinatore Sicurezza in fase di Esecuzione) ha già stilato un cronoprogramma per portare a termine i lavori entro il 22 novembre e, a questo punto, la sensazione è che il provvedimento emesso dalla Procura potrà solo ritardare un po’ i lavori e modificare leggermente il progetto. Ovviamente saranno emesse sanzioni nei confronti delle ditte responsabili delle irregolarità rilevate.

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close