Walter Becker è Morto: il chitarrista degli Steely Dan aveva 67 anni

Walter Becker Morto

Conosciuto da molti per essere stato il co-fondatore degli Steely Dan, assieme a Donald Fagen, il chitarrista e bassista Walter Becker è morto ieri (3 settembre) all’età di 67 anni a causa di un male che lo aveva colpito già da tempo. La notizia della sua scomparsa è stata affidata ai social senza molte spiegazioni, in particolare alla pagina ufficiale degli stessi Steely Dan. Becker aveva, infatti, saltato gli ultimi concerti della band a luglio, a New York e Los Angeles, a causa di problemi di salute. La sua ultima apparizione risale ad aprile.

Donald Fagen, l’altro co-fondatore, ha voluto ricordare il suo grandissimo amico: “Amavamo tantissime cose: il jazz dai 20 alla metà dei 60, W.C. Fields, i fratelli Marx, la fantascienza, Nabokov, Kurt Vonnegut, Thomas Berger e i film di Robert Altman, ma anche la musica soul e il blues di Chicago. Walter ebbe un’infanzia complessa, ma vi risparmio i dettagli. Fortunatamente era simpatico, un eccellente chitarrista e un grande autore, cinico riguardo la natura umana, compresa la sua, e istericamente divertente”. Molti i musicisti che hanno voluto ricordare il collega sul web.

Chi era Walter Becker: breve biografia

Nato nel Queens nel 1950, Walter Becker conobbe Fagen al Bard College nel 1967. Nel 1972 i due fondano gli Steely Dan, una band che in breve tempo diventa una delle più acclamate sia dalla critica che dal pubblico grazie ad una miscela sonora fatta di jazz, rock, funk, rhythm and blues e popWalter Becker dichiarò alla rivista Rolling Stones dichiarò: “Noi suoniamo Rock & Roll, ma con un certo swing. E vogliamo quel flow ininterrotto, quella luce e quello slancio in avanti del jazz”. Nell’arco di 10 anni, gli Steely Dan hanno pubblicato 6 album entrati tutti nella Top 20 delle classifiche americane, piazzando diverse hit come “Rikki Don’t Lose that Number”, “Deacon Blues”, “Kid Charlemagne”, “Hey Nineteen” e “My Old School”. Il loro capolavoro assoluto è “Aja” del 1977.

Dopo la rottura con Fagen nel 1981, Becker intraprende la carriera di produttore musicale per artisti e gruppi diversi come Rickie Lee Jones, China Crisis e Michael Franks. Negli anni novanta, Becker e Fagen tornano a collaborare insieme sull’album d’esordio della cantante statunitense Rosie Vela. Nel 1993 rimettono in piedi gli Steely Dan per un inaspettato tour, e nello stesso anno Becker produce il disco di Fagen  Kamakiriad. L’anno successivo è Fagen a co-produrre l’album d’esordio come solista di Becker, 11 Tracks of Whack. Gli Steely Dan ritornano ufficialmente nel 2000 con la pubblicazione di Two Against Nature, che si guadagnò il Grammy Award come Album dell’anno. Nel 2001 gli Steely Dan entrano nella Rock and Roll Hall of Fame, e nel 2003 pubblicano Everything Must Go. Becker era attualmente a New York, al lavoro ad un altro album solista.

 

Pubblicato da Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.

test bomba h

Test bomba H in Corea del Nord: la risposta internazionale a Kim Jong-un

Chiara Ferragni Incinta

Chiara Ferragni incinta? Fedez su Instagram: “Family First”