A10, Tir si ribalta riversando sostanza tossica

L'autostrada A10 ancora una volta teatro di un brutto incidente

Incidente sulla A4, a Palazzolo un Ferito grave e lunghe code

L’autostrada A10 in Liguria è di un nuovo teatro di un incidente con automezzi pesanti. Questa volta, tra Varazze e Arenzano, si ribalta un Tir riversando sulla carreggiata una sostanza tossica. Nessun ferito grave. L’autista del camion soccorso dal 118 è stato trasportato in codice giallo in ospedale.

Una sostana tossica detta acrilamide

Per l’incidente, avvenuto intorno alle 9 della mattinata, desta preoccupazione invece lo sversamento di una sostanza denominata acrilamide,  un composto chimico utile nella preparazione di calcestruzzo. Per tale motivo il tratto interessato dallo sversamento è stato chiuso al traffico per via della necessaria bonifica ambientale. Autostrade ha reso noto infatti che “è ipotizzabile che il tratto di autostrada fra i caselli di Varazze e Arenzano, in direzione Genova rimanga chiuso per l’intera giornata”.
Intanto una coda lunga chilometri sembra essersi formata nei pressi di Varazze.

Blocco traffico e Uscita obbligatoria a Savona

Probabile disposizione della Polizia Stradale è l’uscita obbligatoria a Savona per chi viaggia in direzione del capoluogo ligure. L’autostrada in direzione Genova invece è stata chiusa con uscita a Varazze e rientro a Arenzano provocando in questo caso code anche sulla statale Aurelia.

A10, una strada pericolosa

L’A10 comunque continua a destare preoccupazioni. É un’arteria fondamentale per i collegamenti liguri e transfrontalieri ma è anche pericolosa. L’Associazione per la Sicurezza Stradale ha emesso a riguardo una sorta di condanna morale affermando che quelli che collegano Genova con Ventimiglia “Sono 158 chilometri da brividi”. Il tratto autostradale che si regge su una struttura degli anni’60, è reso pericoloso dall’alto numero di gallerie, viadotti, strettoie, curve pericolose e mal segnalate, tanto che il limite di velocità, mal rispettato, spesso è contenuto intorno agli 80 km/h. Non desta stupore l’incidente odierno il quale segue purtroppo il ribaltamento del Tir di Domenica 26 che ha provocato la morte dei due operai nel tratto tra Albisola e Celle Ligure ed un analogo fatto accaduto il giorno prima.

Laureato in Filosofia, mi occupo di comunicazione politica e sociale. Qui scrivo di politica, diritti ma anche di altro. Ove conoscenza permette cerco di avere uno sguardo ampio sui fatti. Mi piace evidenziare i nodi delle questioni con un approccio riflessivo, pragmatico e razionale. Nonostante tutto, non mi piace rimanere ad immaginare ciò che c’è oltre il muro. Credo sia necessario andare a guardare e provare a capire.