Brumotti Aggredito da Spacciatori a Bologna

E’ stato aggredito nella notte Vittorio Brumotti, uno delgi inviato del programma di canale cinque Strisca la notizia all’interno di un parco pubblico di Bologna.

L’inviato di Striscia la notizia era all’interno del parco insieme alla sua troupe per girare un servizio sullo spaccio di droga notturno all’interno del parco bolognese Montagnola.

Dalle prime indiscrezioni pare che Brumotti si sia avvicinato agli spacciatori facendo finta di esser e potenziale cliente, l’uomo non è stata riconsciuto ed è quindi riuscito, grazie a due cameramen, a filmare l’acquisto degli stupefacenti.

Subito dopo però l’inviato del tg satirico ha preso un megafono e ha inziato a gridare denuciado l’accaduto ma, è stato subito fermato da una decina di stranieri che gli hanno sottratto le telecemere aggredendolo.

Gli uomini si sono subito allontanati e l’inviato ha avuto modo di chiamare i Carabinieri. Arrivati sul posto gli uomini dell’arma hanno raccolto la testimonianza dell’uomo che ha sporto denuncia contro ignoti. Nel corso dell’aggrassione era intervenuto anche un uomo italiano che ha cercato, in vano, di diferdere Vittorio Brumotti e i suoi colleghi ma che, è stato rapinato.  Dalle ultime notizie trapelate pare che siano stati fermati due ragazzi, uno dei quali ancora minorenne, le indagini sono ancora in corso per verificare effettivamente la presenza dei ragazzi africani al momento della rapina e dell’aggressione.

La brutta avventura per il biker e la sua troupe ha segnato l’ennesimo episodio di violenza a causa della droga all’interno del parco bolognese diventato punto di ritrovo per spacciatori e tossici.

Il parco della Montagnola è da diverso tempo punti di spaccio e più volte il procuratore aggiunto Valter Giovannini, coordinatore delle indagini sui reati di droga, ha chiesto di modificare le leggi sullo spaccio e gli spacciatori ma, evidentemente c’è ancora molto da fare per migliorare la situaizone nel bolognese.

 

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.