Angelus Papa Francesco oggi 16 settembre, il grazie ai siciliani: “Bellissima Terra”

Ritornato dalla visita in Sicilia, Papa Francesco ha ringraziato la Sicilia ed i siciliani all’angelus.

Angelus Papa Francesco

E così all’indomani delle sua visita in Sicilia, Papa Francesco è ritornato a celebrare il consueto angelus domenicale affacciandosi dalla finestra del palazzo apostolico. Prima della preghiera, il Santo Padre si è soffermato in particolar modo sul brano evangelicochi è Gesù?, brano in cui Gesù stesso pone la domanda ai discepoli, aiutandoli gradualmente ad affrontare l’interrogativo sulla sua identità. Al termine della riflessione e della preghiera, il Santo Padre ha salutato la Sicilia ed i siciliani, a 24h di distanza dalla sua visita tanto attesa.

Chi è Gesù ?

Una relazione personale. È questo quello che Gesù chiede ai discepoli, una relazione personale che lo ponga al centro della loro vita e da qui la domanda: chi è Gesù ? “Ne emerge che Gesù – spiega Papa Francesco – è considerato dal popolo un grande profeta. Ma, in realtà, a Lui non interessano i sondaggi e le chiacchiere della gente. Egli non accetta nemmeno che i suoi discepoli rispondano alle sue domande con formule preconfezionate, citando personaggi famosi della Sacra Scrittura, perché una fede che si riduce alle formule è una fede miope”. Tutto ciò però non deve essere espresso solo a parole ma, afferma Papa Francesco: “la professione di fede in Gesù Cristo chiede di essere autenticata da scelte e gesti concreti, da una vita improntata all’amore di Dio, di una vita grande, di una vita con tanto amore per il prossimo”.

Grazie Sicilia

Non solo il caldo siciliano ma anche e soprattutto il calore dei siciliani ha accolto Papa Francesco

92338e10-a6b3-4238-978b-8079b29d0eff
Papa Francesco atterrato a Palermo

ieri a Palermo. Erano ben 13 anni che un pontefice non metteva piede in Sicilia e così ieri il grande sogno si è avverato per migliaia e migliaia di siciliani, più di 80 mila per l’esattezza. Al termine dell’angelus così, Papa Francesco ha ringraziato i siciliani con queste parole:

“Ieri mi sono recato in visita apostolica a Piazza Armerina e a Palermo, in Sicilia, nell’occasione del 25° anniversario della morte del Beato Pino Puglisi [applaudono]. Un applauso a don Pino! Ringrazio di cuore le Autorità civili ed ecclesiastiche e tutte le persone che hanno contribuito a rendere possibile questo viaggio. Ringrazio i bravi piloti dell’aereo e dell’elicottero. Ringrazio in particolare i cari vescovi Rosario Gisana e Corrado Lorefice per il loro eccellente servizio pastorale. Ringrazio i giovani, le famiglie e tutto il meraviglioso popolo di questa bellissima terra di Sicilia, per la loro calorosa accoglienza. L’esempio e la testimonianza di don Puglisi continuino ad illuminare tutti noi e a darci conferma che il bene è più forte del male, l’amore è più forte dell’odio. Il Signore benedica voi siciliani e la vostra terra! Un applauso ai siciliani!”.

 

Pubblicato da Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale.
Il mio sogno ? Diventare vaticanista!
Twitter: @Azzarag91