Barriera corallina scoperta a Monopoli, in Puglia

I ricercatori ritengono che la barriera possa estendersi fino in Salento.

barriera corallina scoperta Puglia

Il profilo della costa pugliese si presenta come una scenografia naturale, dal Gargano al Salento, è un vero spettacolo della natura. Sotto il profilo paesaggistico, la costa si presenta variegata, ci offre un’alternanza di strati rocciosi, intervallati dal litorale sabbioso fin giù, verso il Salento.

Una vera e propria barriera corallina è stata scoperta a 2 km dalla costa di Monopoli, in provincia di Bari. I colori soffusi delle barriere, dati dalle spugne policrome, vanno dall’arancione al rosso, fino al viola. Una scoperta messa a segno dai ricercatori del dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, coordinati dal professor Giuseppe Corriero, in collaborazione con le università di Tor Vergata e del Salento.

Nulla da invidiare alla barriere in Australia, alle Maldive o nel Mar Rosso. Arrivando alla profondità di circa 40-50 metri, sarebbe il primo esempio di questo genere nel mar Mediterraneo.

Le ricerche sono appena iniziate e proseguiranno per comprendere dove si spingano i limiti di questa barriera di spugne e coralli, che potrebbe espandersi ben oltre la provincia di Bari e raggiungere il Salento.

Pubblicato da Claudia Aceto

professionista architetto barese, appassionato di eventi culturali