Berlino, Incendio in una Sauna: Morto un Italiano

Berlino, Incendio in una Sauna: Morto un Italiano
Vota questa notizia

È morto anche un italiano nell’incendio di una sauna a Berlino domenica scorsa, si tratta di Francesco Fabiani, quarantanovenne originario di Petritoli in provincia di Fermo. L’identità dell’uomo compare tra quelle delle tre vittime dell’esplosione e del successivo incendio che ha causato la tragedia. In totale erano circa trenta le persone presenti all’interno della struttura, quindi, sarebbe potuta essere una strage se il repentino arrivo dei soccorsi non avesse limitato quantomeno i danni.

L’uomo lavorava in una pizzeria all’interno di un centro commerciale e viveva in Germania da circa cinque anni. Domenica sera era all’interno della “Steam works – The house of desire” quando, verso le 23.00 circa, il proprietario della struttura, rendendosi conto della gravità di quanto accaduto, ha dato l’allarme, facendo intervenire i soccorritori che, purtroppo, nulla hanno potuto per salvare l’uomo.

Quella di Francesco Fabiani è molto simile alle storie di altri nostri connazionali emigrati all’estero in cerca di un futuro migliore e scomparsi in tragiche circostanze, come accaduto, per esempio, a Fabrizia Di Lorenzo, morta nell’attentato di Berlino nello scorso dicembre. Le due circostanze non sono assolutamente assimilabili, ma Francesco, Lorenza e altri condividono il destino di giovani vite spezzate mentre vivevano la vita faticosamente conquistata fuori dai confini nazionali.

Condividi
Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.