Cucina

Bruciagrassi efficace, naturale e fatto in casa: 5 cibi da consumare

Aiutarsi con prodotti naturali è possibile, ecco alcuni semplici rimedi per bruciare i grassi con alimenti comuni.

Se è vero che non esistono magiche pozioni dimagranti, è pur vero che a sana alimentazione e attività fisica si accostano bene i naturali rimedi della nonna. Non utopie o sogni lontani, ma mix di frutta, verdura e dunque stimolatori di diuresi e metabolismo.

Partendo dalle bevande, sul podio mettiamo l’infuso di acqua, limone e zenzero cheaiuta a contrastare la fame improvvisa grazie alla presenza di pectina, fibra di cui sono ricchi i limoni, e dei principi digestivi dello zenzero. La bevanda è ottima ed efficace in mattinata, prima ancora della colazione. Sotto consiglio della medicina, decisivo è l’intruglio di acqua, menta, arancia e the verde: dopo aver fatto bollire l’acqua, si aggiungeranno 5 bustine di the verde, l’arancia e 20 foglie di menta fresca. Completata la preparazione, avrà inizio un periodo di riposo di 12 ore.

Alimenti bruciagrassi

Ma quali sono i migliori partner di una quotidiana lotta alle tossine corporee? 

  • Prezzemolo: da usare a crudo, possiede radici ricche di potassio, che conferisce alla pianta proprietà diuretiche e regolatrici della pressione. Da ingerire con cautela se in fasi di gravidanza.
  • Asparagi: con ottime proprietà nutrizionali, possiede, sia grazie al germoglio che alle radici della pianta, la capacità di stimolare sensibilmente la filtrazione renale, dunque di accelerare l’eliminazione delle tossine.
  • Peperoncino: gustoso e con molteplici effetti positivi, utili all’aumento del metabolismo basale. Ha un effetto vasodilatatore, mantenendo sotto controllo la pressione arteriosa e mobilita i grassi di deposito, con una certa azione dimagrante. Assume il ruolo di bruciagrassi grazie alla capsicina, un principio attivo contenuto in quantità varie.
  • Ananas: come i precedenti, non ha un effetto dimagrante in senso stretto, ma possiede caratteristiche peculiari che aiutano a rendere più attivo e vitale l’organismo. Tra i costituenti di maggiore rilevanza,  la bromelina, contenuta specialmente nel gambo, comprende un gruppo di enzimi proteolitici, che partecipano cioè attivamente alla digestione delle proteine. Stimola lo stomaco e il fegato a svolgere al meglio le loro funzioni, evitando gonfiori addominali e fenomeni di stipsi. Contrasta la cellulite, espressione tangibile di un’alterazione del microcircolo sanguigno e linfatico presente a livello del pannicolo adiposo, con ritenzione idrica e ristagno di liquidi, e favorisce talvolta il processo diuretico.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close