Crotone, quattro vittime per il maltempo. Sepolti da una frana

Tra le vittime anche Massimo Marrelli, noto imprenditore calabrese

frana Val Bregaglia

Prima della mezzanotte, a causa del forte maltempo che ha colpito ancora una volta la Calabria, quattro persone hanno perso la vita sotto una frana, a Crotone.
I quattro uomini calabresi, tutti tra i 45 e i 60 anni, erano alle prese con dei lavori di emergenza ad una fognatura danneggiata presso l’abitazione di Massimo Marrelli, noto imprenditore crotonese, rimasto anch’esso vittima della tragedia.
La pioggia incessante avrebbe provocato la caduta di una frana senza lasciare scampo a Marrelli e ai suoi operai. Alla tremenda scena hanno, impotenti, assistito altri tre uomini.
Inghiottiti e praticamente sepolti vivi, i corpi senza vita dei quattro , sono stati ritrovati solo questa mattina.

Massimo Marrelli, 59 anni, era il titolare dell’omonimo gruppo a cui fanno capo diverse strutture sanitarie del crotonese. Gli altri tre sono: Santo Bruno, 53 anni di Isola Capo Rizzuto, Luigi Ennio Colacino, 45 anni di Cutro, Mario Cristofaro, 49 anni di Crotone.

Secondo una prima ricostruzione, Marrelli insieme ai tre operai si trovavano in località Sant’Andrea, nella tenuta dello stesso imprenditore per terminare un lavoro della massima urgenza. Sul luogo, dopo l’accaduto, sono intervenuti i vigili del fuoco.