Francia, evacuato Mont Saint Michel

L’uomo aveva minacciato di uccidere quanti più poliziotti possibili

++ Francia: evacuato Mont-Saint-Michel, si cerca sospetto ++

La polizia francese ha deciso stamane di chiudere l’accesso all’isolotto di Mont Saint Michel, noto sito turistico e storico francese. La causa di questa triste scelta è sempre la stessa: allarme terroristico. Infatti, pare da alcune fonti, che tra i turisti si sia infiltrato un pericoloso criminale che minaccia di attaccare la polizia. A riferirlo è Le Parisien che riporta anche come non sia ben chiara la situazione e se si tratti di un attacco terroristico o solo di un criminale comune.

Secondo Le Manche Libre l’uomo sarebbe disarmato ma avrebbe addosso uno zaino, forse pieno di esplosivo, e avrebbe gridato di voler uccidere tutti i poliziotti. Il prefetto della Manica, Jean Marc Sabathé, ha dunque decido di evacuare il sito turistico e setacciare casa per casa, al fine di scongiurare la presenza dell’uomo ancora sull’isola.

E’ possibile che abbia lasciato il monte con il flusso di turisti. Per dissipare ogni dubbio, ho deciso di chiudere l’abbazia, dove si tengono delle funzioni religiose e di fare evacuare il Mont Saint-Michel, mentre un elicottero sorvola la zona.” La polizia francese ha specificato che si tratterebbero solo di misure precauzionali atte a garantire la pubblica sicurezza e qualora la presenza dell’individuo non fosse confermata il sito verrebbe riaperto ai turisti.

L’uomo era stato segnalato sulla navetta delle 7:45 che conduceva all’isolotto. Posizionatosi accanto ai turisti avrebbe dato segni comportamentali minacciosi, dicendo di voler colpire e uccidere quanti più poliziotti possibili. Se non dovesse essere presente sull’isola ancora, la Gendarmerié è pronta ad una caccia all’uomo, grazie ai video della sorveglianza e all’identificazione facciale.

Tutte le case del Mont-Saint-Michel sono state setacciate. Il sito dovrebbe riaprire nel primo pomeriggio abbiamo la quasi certezza che il sospetto non si trova più al Monte. Tutte le case sono state setacciate, amplieremo le ricerche e visioneremo i nastri della videosorveglianza. Normalmente, dovrei autorizzare l’apertura del sito a inizio pomeriggio” – ha appena affermato Sebathé e il sito sarà riaperto nel pomeriggio.

Pubblicato da Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.

Newsbookclub

Cos’è il Newbookclub? Il ritrovo per scrittori a Palermo

Bambola Frida Kahlo

Bambola Frida Khalo: bloccata la vendita in Messico