Musica

Chi è Joss Stone? Anticonformista regina del soul

Classe ’87, Jocelyn Eve Stoker, in arte Joss Stone, è una cantante e attrice britannica.

Non la solita ragazzina del pop portata a mostrare la propria bellezza, non il classico simbolo musicale costantemente sulle pagine dei rotocalchi per le sue relazioni amorose, Joss Stone è semplicemente la ragazza della porta accanto dalle immense potenzialità canore di cui, a volte, sembra non esserne consapevole.

Joss Stone è la voce graffiante ed anticonformista della musica soul, una vera forza della natura, vigorosamente intensa e naturale che, per certi aspetti, è paragonabile a quella di Aretha Franklin, idolo ed esempio da seguire di una giovanissima Jocelyn, e per questo definita l’Aretha Franklin bianca.

Da diversi anni alla ribalta delle scene di tutto il mondo, Joss Stone ha venduto oltre 12 milioni di copie, lavori inediti ed interessati, imponendosi come la “nuova” regina del soul.

D’altra parte, l’artista britannica è consapevole del fatto che un vero artista, per essere considerato tale, deve sorprendere, cambiare pelle e reinventarsi, dimostrandosi, di conseguenza, all’altezza di queste aspettative.

A luglio sarà in tournée anche in Italia in un’unica data, domenica 15 luglio 2018, al Castello Scaligero di Villafranca di Verona.

Joss Stone: Biografia

Joss Stone, all’anagrafe Jocelyn Eve Stoker, è nata a Dover l’11 aprile 1987.  Terza di quattro figli, figlia di un uomo d’affari, impegnato nell’esportazione di frutta e noccioline, e di una ragioniera impiegata nella stessa azienda del marito.

Joss Stone debutta sulle scene musicali all’età di 16 anni, superando le consuete paure dell’essere giovane e inesperta per presentarsi al mondo dello spettacolo.

Nonostante molti, all’inizio, per la sua età e per la sua graziosità, l’abbiano paragonata a Britney Spears, Joss Stone ha chiarito, sin da subito, di non aver niente a che spartire con la “lolita del pop”, dimostrando serietà e consapevolezza che esulano dall’immagine esteriore.

Il suo primo disco “The Soul Sessions” è, essenzialmente, un album composto da cover di canzoni soul meno note. Il disco ottiene un ottimo successo, vende 4 milioni di copie e porta all’attenzione della critica questa giovane cantante dal potenziale vocale inestimabile, ponendo il primo tassello di un percorso artistico che la incoronerà come “nuova regina del soul”.

Il secondo disco è un album d’inediti dal titolo “Mind, Body & Soul” e pubblicato nel 2005. Anche questo lavoro ottiene un ottimo successo (oltre 4 milioni di copie vendute), portando, sempre di più, alla ribalta mondiale l’artista britannica.

Nel 2007, Joss Stone pubblica il suo terzo disco “Introducing Joss Stone” come se fosse il suo debutto. Nel disco firma quasi tutti pezzi e a riguardo dichiara: “Questo è il primo album che ho fatto che mi rappresenti totalmente. Ecco perché l’ho chiamato Introducing Joss Stone. Queste sono le mie parole, e questo è ciò che sono come artista”.

Nel 2009, l’artista inglese inizia una battaglia legale, senza successo, con la EMI per quanto riguarda la pubblicazione del disco “Colour Me Free!” che la Stone vorrebbe pubblicare da indipendente. Prevista a luglio, la pubblicazione del nuovo lavoro slitta ad ottobre, anticipato dal singolo allusivo, nei confronti della battaglia legale, “Free Me”.

Il 2011 è un anno abbastanza prolifico per l’artista britannica. La Stone pubblica, infatti, il suo quinto album “LP1”, il primo pubblicato con etichetta indipendente, e mette in piedi i SuperHeavy, super gruppo di cui fanno parte anche Mick Jagger (Rolling Stones), Dave Stewart (Eurythmics), il compositore di colonne sonore indiano A. R. Rahman e Damian Marley.

Finita la tournée mondiale per la promozione del quinto disco, nella primavera del 2012, Joss Stone annuncia tramite un post su Facebook l’uscita del suo sesto album in studio, “The Soul Sessions Vol. 2”, seguito dell’omonimo pubblicato nel 2003.

Anticipato dal singolo “The Answer”, il 31 luglio 2015 esce il settimo lavoro dell’artista britannica “Water for Your Soul”, con i qual e la Stone denota una leggera variazione sul tema musicale abbracciando ritmiche reggae e R&B. Al disco partecipa Damian Marley sia come produttore che come artista nel brano “Wake Up”.

Nel novembre del 2017, con la collaborazione di Nitin Sawhney, Jonathan Shorten, Jonathan Joseph e il polistrumentista camerunense Étienne M’Bappé, Joss Stone realizza “Project Mama Earth”, un Ep composto di undici canzoni, tra canzoni e interludi, un concept ispirato da Madre Natura e i ritmi africani.

Consolidato il fatto che Joss Stone abbia posto una solida ipoteca sul trono della musica soul, imponendosi negli anni per l’unicità della sua voce, bisogna anche sottolineare come l’artista britannica abbia dimostrato notevoli doti di attrice, comparendo in diverse serie televisive e film, ma anche di possedere una grande cuore impegnandosi in diverse campagne di solidarietà. È noto, infatti, il suo grande impegno come testimonial della campagna PETA in favore del vegetarismo.

Tag

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.
Back to top button
Close
Close