Attualità

Guida all’uso delle mascherine antivirus per ridurre il contagio da COVID-19

Tra il coronavirus e l'attuale stagione dell’influenza, c'è stata un'ondata di vendite di mascherine antivirus, ma il loro uso è davvero utile?

Questo documento del Ministero della Salute si propone di fornire indicazioni sull’uso corretto di mezzi di protezione individuale quali mascherine chirurgiche e respiratori (filtranti facciali) per ridurre l’esposizione al virus COVID 19

Le informazioni sull’efficacia delle mascherine chirurgiche e dei respiratori nella riduzione del rischio di infezione in ambiti di comunità è ancora limitata: per tale motivo è difficile valutare la loro efficacia potenziale nella riduzione del rischio di contagio da nuovo virus COVID 19 in tali contesti. In assenza di prove scientifiche, le seguenti raccomandazioni sono state elaborate sulla base di dati storici sull’uso di mascherine chirurgiche e respiratori in vari contesti per la prevenzione dei virus influenzali ed altri agenti infettivi trasmissibili per via respiratoria, e sui dati al momento disponibili su trasmissibilità e patogenicità del nuovo virus COVID 19.

Un uso non corretto di mascherine e respiratori può aumentare, anziché ridurre, il rischio di trasmissione dell’infezione. L’uso delle mascherine deve essere sempre combinato con altre azioni di prevenzione/igiene personale e respiratoria. Va infatti sempre ricordato che nessuna misura da sola può fornire una protezione completa nei confronti delle infezioni ma soltanto una serie combinata di azioni. Per la riduzione del rischio di infezione le misure raccomandate sono le seguenti:

  • lavare frequentemente le mani con acqua e sapone, o in assenza di questi, con soluzioni detergenti a base di alcol; in caso di lavaggio con acqua e sapone le mani debbono essere strofinate per almeno 15-20 secondi, mentre in caso di uso di detergenti a base di alcol debbono essere strofinate fino a che non ritornino asciutte. Ricordare che in caso di:
    Lavaggio con acqua e sapone
    – Usare acqua calda.
    – Strofinare le mani insaponate per 15-20 secondi
    Detersione con detergenti a base di alcol
    – Non aggiungere acqua
    – Strofinare il prodotto sulle mani fino che queste non ritornano asciutte
  • coprire naso e bocca con un fazzoletto quando si tossisce o starnutisce;
  • evitare di toccare occhi, naso e bocca con mani non lavate (le infezioni, e non solo
    l’influenza, si trasmettono in questo modo).
  • rimanere a casa, astenendosi dall’uscire, mettersi in viaggio, andare al lavoro o a scuola , e ridurre al minimo i contatti con altre persone, per 7 giorni dall’inizio di sintomatologia similinfluenzale (ILI), o fino a completa risoluzione di questa per almeno 24 ore, qualunque sia stata la loro durata; tenere presente che i bambini, e specialmente quelli più piccoli possono rimanere infettanti per gli altri per periodi più lunghi di 7 giorni dall’inizio del contagio;
  • evitare contatti ravvicinati (al di sotto di 1,5 metri di distanza) con persone affette da ILI”

Assalto alle farmacie, tutti alla ricerca delle mascherine antivirus, ma la loro efficacia è dubbia

Sono giorni caldi e di preoccupazione che sfociano spesso in psicosi, soprattutto in alcune zone del mondo come il nostro paese, già colpito da casi accertati di Coronavirus. Il risultato di tutto questo caos è che le persone sono abbastanza in preda al panico e in cerca di risposte da parte dei diversi enti sanitari, il Ministero della Salute e l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Al contempo sempre più persone hanno iniziato a prendere precauzioni nella speranza di evitare di contrarre questo virus. Ma sulla loro efficacia i virologi e gli altri esperti in materia di virus e contagi sono molto scettici.

Le statistiche di vendita dell’ultima settimana mostrano che le mascherine antivirus sono esaurite in molti negozi e farmacie in tutta Italia, addirittura c’è stato chi ha richiesto le maschere respiratorie “di design” all’avanguardia, soprattutto su internet. Ma queste maschere non impediscono affatto la contrazione dei virus.

La maggior parte delle mascherine antivirus sono infatti semplici mascherine chirurgiche a base di garza progettate per prevenire la fuoriuscita di spruzzi o schizzi di liquidi visibili in sala operatoria – non includono un respiratore per filtrare effettivamente le particelle di aria infettive.

Mascherine antivirus, se non indossate correttamente possono addirittura essere il veicolo del contagio

Sebbene possano sembrare utili almeno ad evitare che i semplici colpi di tosse o gli starnuti possano colpire le persone vicine, va detto che – al contrario – se non sono indossate correttamente e sono larghe, i batteri possono facilmente accedere al naso e alla bocca. Gli esperti hanno anche avvertito che il coronavirus potrebbe entrare nel corpo attraverso gli occhi.

Queste mascherine antivirus se sono indossate per lunghi periodi di tempo si rilassano perdendo l’aderenza con il viso e permettendo così al Coronavirus di oltrepassare il naso o la bocca del contagiato e arrivare ad un’altra persona attraverso gli occhi, anche se questa è munita di mascherina.

Una buona igiene personale, respiratoria e delle mani è la prevenzione più efficace

L’ OMS consiglia alle persone di lavarsi adeguatamente le mani con uno strofinamento lungo (almeno 10 secondi) a base di alcool o acqua calda e sapone, coprire la bocca e il naso con un gomito e non con la mano, quando si starnutisce o si tossisce ed evitare il contatto ravvicinato con chiunque abbia la febbre o la tosse. Evitare di mangiare prodotti animali crudi o poco cotti e fare attenzione quando si maneggiano carne cruda, latte o organi animali per evitare la contaminazione incrociata con cibi crudi. Schiume e gel antivirali per le mani possono essere utili anche quando si è in giro e impossibilitati al lavaggio frequente.

Tag

Fabiana Amabile Criscuolo

Social Addicted. Sceneggiatrice su whatsapp. Esperta in drammi sentimentali, pizze, panini e piadine. Sempre in bilico fra le sue due passioni: la ricerca scientifica e il giornalismo. Penna cinica del web appassionata di musica, arte e viaggi.
Back to top button
Close
Close