Attualità

Mercoledì delle Ceneri 2019: storia e significato

Cosa è il “Mercoledì delle Ceneri” ? Da dove arriva ? Perché si celebra ? Sono queste le domande che sovvengono quando si fa riferimento ad una festività religiosa. Il Mercoledì delle Ceneri di fatto apre le porte alla Quaresima ossia quel periodo di quaranta giorni prima della Pasqua ed è un lasso di tempo nel quel i fedeli osservano un digiuno e si preparano proprio alla Pasqua. Quest’ultima di fatto è la festa religiosa più importante per i cattolici e per i cristiani tutti.

Il significato

In Genesi 3,19, così vi è scritto: “Memento homo, quia pulvis es et in pulverem reverteris”, ovvero: “Ricordati uomo, che polvere sei e polvere ritornerai”. Cosa succede dopo di ciò ? Dopo il peccato originale, cacciando Adamo dal giardino dell’Eden lo condanna alla fatica del lavoro e alla morte: “Con il sudore della fronte mangerai il pane; finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere tornerai!”. La celebrazione delle Ceneri nasce dunque a motivo della celebrazione pubblica della penitenza, costituiva infatti il rito che dava inizio al cammino di penitenza dei fedeli che sarebbero stati assolti dai loro peccati la mattina del Giovedì Santo.

Digiuno e astinenza dalle carni

Una delle regole del periodo quaresimale è stata fin da sempre quella attribuita al digiuno e

mercoledì-delle-ceneri
Papa Francesco riceve le Ceneri

all’astinenza dalle carni di qualunque tipo. Si tratta tuttavia di una astensione che la Chiesa ha sempre richiesto per tutti i venerdì dell’anno, ma che negli ultimi decenni si limita ai venerdì del periodo quaresimale anche perché i tempi sono cambiati e bisogna anche adattarsi. Ma perché si digiuna ? “Il digiuno – spiega Papa Francesco nel messaggio per la Quaresima di quest’anno – costituisce un’importante occasione di crescita perché ci permette di sperimentare ciò che provano quanti mancano anche dello stretto necessario e ci fa più attenti a Dio e al prossimo ridestando la volontà di obbedire a Dio che, solo, sazia la nostra fame”.

Perchè ?

Visto il significato del Mercoledì delle Ceneri e visto il perché del digiuno e dell’astinenza, perché dunque si celebra questa giornata del mercoledì ? Si, vero è che da inizio alla Quaresima, ma la risposta a tutti i quesiti arriva proprio dal Martirologio Romano il quale così spiega: “Giorno delle Ceneri e principio della santissima Quaresima: ecco i giorni della penitenza per la remissione dei peccati e la salvezza delle anime. Ecco il tempo adatto per la salita al monte santo della Pasqua”. 

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close