Mina alla conduzione di Sanremo 2020?

Dopo le dichiarazioni del figlio al Messaggero, la Rai è pronta a preparare il colpo del secolo e riportare la Tigre di Cremona in televisione.

sanremo 2020 amadeus

Se venisse confermata sarebbe una di quelle notizie veramente eclatanti. Dopo alcune recenti dichiarazioni, in Viale Mazzini tra le probabili candidature a sostituire Claudio Baglioni alla conduzione del Festival di Sanremo 2020, stanno pensando proprio alla Tigre di Cremona.

L’eventualità di un tale evento è dovuta alla dichiarazione del figlio – produttore di Mina, Massimiliano Pani al Messaggero, in risposta alla domanda sulla possibilità di un Festival di Sanremo affidato proprio alla cantante: “Se la Rai le chiedesse di scegliere i brani in gara, e le permettesse di mantenere la sua visione artistica, credo proprio che accetterebbe”.

La risposta della Rai non si è fatta attendere e per voce del suo ad Fabrizio Salini ha dichiarato: “Mina è Mina. E di fronte a un’apertura come questa manifesto tutto il mio interesse e quello dell’azienda. Chiamerò Massimiliano Pani nei prossimi giorni per dirgli che siamo ovviamente disponibili, per uno o più incontri, per ascoltarlo e ragionare sul futuro del Festival”.

Quindi, dopo le voci su Carlo Conti e Amadeus, quest’ultimo tra i più papabili, e data l’oramai defezione di Claudio Baglioni, dopo le note vicende passate, in Viale Mazzini potrebbero fare il colpo del secolo, in occasione del 70esimo anniversario del Festival di Sanremo, e riportare Mina sul piccolo schermo.

Quindi non resta che aspettare gli sviluppi del caso e sperare nel grande e gradito ritorno della Tigre di Cremona in televisione dopo tanti, molti, anni di assenza.

Pubblicato da Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.