Mostra Klimt Milano Occupata dai Centri Sociali

A Milano gli antagonisti hanno occupato la mostra di Klimt al Mudec.

È di poco fa la notizia che la mostra di Klimt al Museo delle Culture di Milano  è stata occupata da attivisti dei centri sociali. In particolare i responsabili di questo gesto sembrano essere stati antagonisti che hanno fatto irruzione all’interno della mostra-spettacolo dedicata all’artista austriaco. La motivazione di tale gesto sarebbe una protesta contro l’accesso a pagamento all’arte. Al momento la situazione non sembra particolarmente tesa.

Mostra Klimt a Milano

La mostra dedicata all’artista austriaco Gustav Klimt in cui hanno fatto irruzione gli antagonisti dei centri sociali è stata allestita all’interno delle strutture del Mudec (Museo delle Culture) e la sua particolarità è quella di offrire ai suoi avventori l’opportunità di fruire dell’arte attraverso il supporto della tecnologia: infatti, attraverso immagini, musica e altri supporti multimediali il visitatore entra letteralmente nel contesto storico in cui operò l’artista, permettendo ai fruitori di vivere a fondo questa esperienza.

A far scattare la protesta dei centri sociali sembra siano stati i prezzi dei biglietti attuati dagli organizzatori: infatti, gli antagonisti hanno messo in atto questa forma di protesta, probabilmente eccessiva, per protestare contro l’utilizzo della cultura come fonte di lucro.

Il biglietto intero per questa mostra ha il costo di €12, ma ci sono diverse agevolazioni per alcune categorie come, per esempio, quelli per i gruppi di adulti o per le scolaresche. Per il momento non ci sono motivi per temere che la situazione possa degenerare, anche se sicuramente per i visitatori non sarà stata una piacevole sorpresa quella fatta loro dai ragazzi dei centri sociali che, lo ricordiamo, hanno occupato la mostra di Klimt al Musec di via Tortona 56 a Milano.

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.