Napoli, 21 rapine a mano armata: 5 minori arrestati

Morte Stefano Cucchi, Sospesi i Carabinieri accusati dell'Omicidio 1

Sono ben 5 i minori arrestati a Napoli per aver compiuto oltre venti rapine, a mano armata, in diverse attività commerciali, banche e farmacie tra le province di Napoli e Caserta. I giovani rapinatori sono stati beccati grazie agli impianti di videosorveglianza.

L’organizzazione della banda criminale

Una vera e propria banda di giovani delinquenti, i 5 ragazzi, tutti minorenni, dopo ogni colpo andato a segno scrivevano delle loro imprese sui loro profilli social, incuranti dell’atto criminale e delle consguenze che avrebbe portato loro. In totale sono 21 le rapine andate a segno in 5 mesi, tutte tra il napoletano e il casertano.
I Carabinieri di Giugliano, in provincia di Napoli, hanno arrestato i 5 giovani responsabili con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate dall’uso di armi da fuoco.

Ad essere stati rapinati, in questi 5 mesi, sono diverse attività commerciali, farmacie e anche banche. Le azioni dei 5 minori vengono aggravate dalla detenzione e dall’utilizzo di armi da fuoco.
Un fenomeno che purtroppo continua a dilagare ma che è aggravato dal fatto che siano immischiati dei ragazzi minorenni che addirittura mostrano le loro azioni, fieramente, sui social network. Una generazione che ha perso il contatto e il confine della realtà e del giusto.