Neonati morti ospedale Brescia: s’indaga per omicidio colposo

I Nas nel reparto.

neonati morti spedali civili

Sono 4 i neonati morti nelle ultime 2 settimane agli Spedali Civili di Brescia nel reparto di terapia intensiva neonatale. L’ultimo decesso sospetto questa mattina. Il piccolo sarebbe stato portato in reparto poco dopo la nascita e non è sopravvissuto. Anche su questo caso l’ospedale bresciano ha disposto accertamenti.

“È necessario fare chiarezza per capire se ci sia correlazione tra i diversi casi” ha spiegato il ministro della Salute, Giulia Grillo, che questa mattina ha inviato i Nas nel nosocomio bresciano. “Dobbiamo capire cosa ha portato alla morte di questi piccolissimi pazienti in pochi giorni. Lo dobbiamo a questi bambini che non hanno fatto in tempo ad affacciarsi alla vita, ai loro familiari che abbraccio in questo momento di dolore, e anche a chi lavora con impegno e serietà ogni giorno in una struttura eccellente com’è l’ospedale bresciano” ha concluso il ministro.

Nessuna relazione

Non sussiste alcuna relazione tra i tre eventi. Si tratta di decessi subentrati a breve distanza l’uno dall’altro, nell’arco di una settimana, ma i quadri clinici rimandano a condizioni di malattia differenti e non appaiono correlati”. Lo spiegano, in una nota, i vertici degli Spedali civili di Brescia in merito al decesso dei 4 neonati nel reparto di terapia intensiva neonatale. L’ospedale bresciano esclude che “le circostanze siano da ricondurre ad un focolaio infettivo epidemico”.