Attualità

Peppino Impastato: eventi a 38 anni dalla morte

Il 9 maggio 1978 moriva assassinato dalla Mafia, Giuseppe Impastato, detto Peppino, giornalista e attivista politico dell’allora Partito Comunista Italiano, che aveva fatto della lotta contro la Mafia la sua ragione d’essere. Venne prima picchiato a sangue poi abbandonato, imbottito di esplosivo, sui binari del treno. Fu fatta trovare anche una lettera di addio e i Carabinieri archiviarono il caso come suicidio.

Oggi, a 38 anni dalla morte, diverse sono le iniziative a ricordare Peppino Impastato e la sua battaglia contro la sua famiglia affiliata al clan di Tano Badalamenti e contro le mafie tutte.

A Cinisi, in provincia di Palermo, davanti alla “Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato” si tengono presidi e spettacoli musicali e teatrali, dedicati al giornalista scomparso 38 anni fa.  Presenti all’evento anche rappresentanti della comunità “San Benedetto al Porto” di Genova, fondata da Don Gallo, il vignettista Vauro e la compagnia teatrale calabrese “Proskenion“.  La giornata dedicata a Peppino Impastato si concluderà con una perfomance di Annalisa Insardà, attrice calabra.

Inoltre domani 10 maggio, in prima serata, Rai Uno trasmetterà il film Tv “Felicia Impastato“, interpretata da Lunetta Savino, storia della madre di Peppino e della sua ferrea battaglia per assicurare alla giustizia gli assassini di suo figlio, primo fra tutti Don Tano Badalamenti, boss mafioso e mandante dell’attentato.

LEGGI ANCHE

“Felicia Impastato”: trama e quando va in onda su Rai Uno

Tag

Lelia Paolini

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.
Back to top button
Close
Close