Rapina supermercato Palermo: ladro ucciso a bastonate dal titolare

Ad ucciderlo, un dipendente del negozio ed un amico.

rapina supermercato Palermo

È accaduto nella centralissima via Maqueda, intorno alle 3 della scorsa notte. Il piccolo minimarket, gestito da un immigrato del Bangladesh, è diventato teatro dell’assalto e della scazzottata finita in tragedia. Almeno dieci bastonate, poi calci e pugni al volto e al corpo. Così è stato ucciso l’uomo di circa 40 anni, di origine magrebina, che questa notte stava tentando di rapinare il mini market Ronju Shop al civico 169 di via Maqueda nel tratto aperto al traffico, all’altezza di via Ponticello.

Ad uccidere il rapinatore sarebbero stati un dipendente del negozio ed un suo amico che questa notte era con lui nel mini market. Entrambi bengalesi, i due sospettati sono ora negli uffici della squadra mobile, interrogati dal sostituto procuratore Giacomo Brandini.

Ad allertare le forze dell’ordine sarebbe stato il proprietario del negozio, a sua volta avvisato dal dipendente dell’aggressione. Quando gli agenti della squadra mobile sono intervenuti, hanno trovato il rapinatore per terra, un bastone sporco di sangue e alcuni cocci di vetro di una bottiglia in frantumi.

Visionate anche le telecamere di sorveglianza del negozio.