Attualità

Sequestro di Armi al Porto di Trieste

Ultime notizie: maxi sequestro di armi al porto di Trieste. E’ accaduto questa mattina, quando la Guardia di Finanza e le Dogane hanno scoperto un carico di circa 800 fucili a pompa, provenienti dalla Turchia e diretti in Germania, Olanda e Belgio. Il maxi carico è stato immediatamente requisito all’autoarticolato olandese che lo trasportava, guidato da un cittadino turco. Il titolare della ditta, anch’egli turco, è stato denunciato per violazione del testo unico di pubblica sicurezza.

Il carico, come detto, ingente, era composto da 781 fucili a pompa modello “Winchester SXP” da 12-51 cm, 66 fucili a pompa “Winchester SXP” da 12-41 cm. e 15 calci per fucile. Il camion olandese era già sbarcato tre giorni fa al porto della città giuliana. Ogni blocco era contenuto in anonime scatole di cartone, ciascuna di esse contenente un fucile a pompa.

Va riportato, a dovere di cronaca, che non sono sopraggiunte irregolarità di tipo doganale, ma non era stata chiesta l’autorizzazione alle autorità di pubblica sicurezza.

Operazione della Guardia di Finanza, dunque, condotta questa mattina al porto di Trieste. La città giuliana aveva già ricevuto la visita del Tir che conteneva il massiccio carico. Che ci siano affari di guerra? E’ presto per scoprirlo. Ultime notizie da Trieste: sequestrato maxi carico di armi.

Era già successo tre anni fa…[brid video=”20883″ player=”3008″ title=”Trieste Sequestro di armi comuni da guerra ed esplosivo”]

Leggi anche –> Allarme Bomba a Milano: chiusa la Metro Verde

Leggi anche –> A Bruxelles, invece, è stata chiusa l’autostrada

Tag

Lelia Paolini

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.
Back to top button
Close
Close