Attualità

Tassa sigarette 2017, possibile aumento dei prezzi: le associazioni sono a favore

Possibile aumento sul prezzo delle sigarette nel 2017? Un modo per ridurre il tabagismo tra i giovani

Dopo le decisioni nella prima metà dell’anno, in molti sono quelli che di recente hanno ripresp a parlare di un possibile aumento del prezzo delle sigarette nel 2017. Un pensiero (per ora) che già ha creato, oltre che dubbi, anche insoddisfazioni da parte dei fumatori più assidui. Tutti questi provvedimenti hanno solo uno scopo: ridurre il numero di fumatori nel “Bel Paese”, soprattutto tra i giovanissimi. Secondo gli ultimi dati infatti, sono sempre più in aumento i giovani in fascia d’età dai 15 ai 24 anni che cominciano a fumare. Proporzionalmente sono aumentate anche le vendite del tabacco trinciato, vale a dire quello sfuso.

Tra i possibili provvedimenti anche l’aumento sui liquidi delle sigarette elettroniche.

Dunque, tra le proposte per riuscire a diminuire il tabagismo, e in contemporanea aumentare i soldi disponibili per la sanità, ecco l’aumento del prezzo. Tuttavia, si parlava di un aumento di 1 centesimo per sigaretta. In questo modo la tassa porterebbe ad una spesa di 0,20 centesimi in più per ogni pacchetto.

Tra i provvedimenti, si parlava anche di una possibile tassa sui liquidi di ricarica delle sigarette elettroniche. Tra i recenti provvedimenti, dopo che dal 10 maggio sono stati eliminati i pacchetti di sigarette da 10, sono state di recente anche introdotte alcune immagini shock sugli stessi pacchetti, per mostrare le conseguenze del fumo.

L’associazione italiana di oncologia medica dice di sì per poter finanziare i farmaci anti tumorali.

Da parte sua, Matteo Renzi, ha espresso la sua contrarietà. Il presidente del Consiglio, infatti, ha spiegato di non essere affatto d’accordo nell’applicare una tassa e neanche un aumento. Secondo il Premier, per trovare fondi necessari per la sanità, non verranno sicuramente dai fumatori. Se il presidente del consiglio è contro, tra i pro ci sono le associazioni tra cui l’Associazione italiana di oncologia medica.

L’associazione promuove l’aumento del prezzo delle sigarette. Alla base della decisione vi è un modo per creare un fondo in grado di finanziare i farmaci anti tumorali per la cura del cancro, coprendo così le spese annue per i farmaci. Tuttavia, per il momento ancora niente di certo. Dunque, non ci resta che attendere i prossimi risvolti.

Leggi anche—>Sigarette a 18 Euro: Ma è Una Bufala

Tag

Anna Porcari

Ho 26 anni, studio all'Università e scrivere è la mia passione più grande."Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore". (Indro Montanelli)
Back to top button
Close
Close