Attualità

Truffa in Cina: piccioni viaggiatori vincono una gara prendendo il treno

Un milione di yuan fanno gola a chiunque. E pur di aggiudicarseli si è disposti a tutto. Anche a truffare durante una gara di velocità per piccioni viaggiatori in Cina. “Come si può fare a truccare una gara simile?”, direte voi. Se lo sono chiesti anche i signori Gong e Zhang e, dopo un attento studio del percorso e un vaglio minuzioso delle strategie, si è arrivati alla soluzione più semplice: farli viaggiare in treno. Così, caricati su dei cartoni di latte, i quattro piccioni sono stati i primi a tagliare il traguardo della gara, occupando le prime quattro posizioni con dei tempi da record. Tempi talmente incredibili da insospettire gli organizzatori della competizione che hanno smascherato la truffa e mandato i due signori a processo per frode.

La gara, tenutasi nell’aprile 2017, prevedeva che i pennuti coprissero una distanza di circa 750 km, con partenza da Shangqiu, nel centro del Paese, e con arrivo a Shangai, a Est della Cina. Il percorso ideato da Gong e Zhang prevedeva però qualche deviazione: dopo il via della competizione da Shangqiu, i piccioni non si sono diretti subito a Shangai ma si sono diretti verso Henan, dove erano stati nutriti per tutto l’anno precedente per farli familiarizzare con il luogo. Una volta arrivati lì, i quattro piccioni sono stati messi dentro dei cartoni di latte e spediti a tutta velocità verso la città del traguardo, dove sono stati liberati poco prima della meta, arrivando nelle prime posizioni. Finiti sotto l’occhio del ciclone, Gong e Zhang hanno cercato di camuffare la truffa sopprimendo i poveri pennuti e rinunciando alla propria ricompensa. Troppo tardi però: un tribunale li ha condannati a tre anni di carcere, comminando inoltre una multa di 30mila yuan a Gong e 20mila yuan al suo complice Zhang. I due comunque si sono salvati in tempo: dal momento che hanno rinunciato al premio in palio della gara, i truffatori non passeranno i prossimi anni dietro le sbarre, a meno che non commettano una nuova frode.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close