Valentino Rossi the Game: Differenze con MotoGP 15

Valentino Rossi the Game: Differenze con MotoGP 15

Mancano ormai pochi mesi all’uscita del nuovo videogioco dedicato al mondo della MotoGP. Quest’anno la Milestone ha pensato di dedicarlo in buona parte al mito di Valentino Rossi, quindi MotoGP 16 si chiamerà a tutti gli effetti “Valentino Rossi The Game”. Andiamo a vedere nel dettaglio quali saranno le differenze tra questo prodotto e quello dello scorso anno.

La prima differenza sta, appunto, nel fatto che sarà molto incentrato sul personaggio di Valentino Rossi, che da 20 stagioni primeggia nella classe regina del Motomondiale. Per questo motivo sono stati inseriti molti contenuti esclusivi di Rally e Flat Track, due degli sport più amati dal Dottore.

La seconda differenza riguarda invece la modalità carriera, che inizierà direttamente dalla VR46 Academy, l’ormai famosa “scuola per piloti” che sta sfornando talenti a raffica negli ultimi anni. A questo ci aggiungiamo anche la possibilità di poter addirittura farci un giro nel ranch del campione di Tavullia.

La terza differenza va ad intaccare i tracciati: ne verranno infatti introdotti alcuni “classici”. Rientrano in questa categoria le vecchie versioni dei circuiti di Assen, Donington Park, Laguna Seca e Welkom, quest’ultimo reso famoso dal duello tra Rossi e Biaggi di diversi anni fa.

La quarta differenza riguarda il realismo dei piloti e della guida: Marquez si comporterà da Marquez (cioè aggressivo ed in grado di rispondere agli attacci), mentre Lorenzo si comporterà da Lorenzo (tentando, ad esempio, la sua solita fuga in gara). È stato inoltre introdotto un nuovo sistema (che si basa su un innovativo algoritmo) per simulare il livello di grip della gomma, anche se resteranno invariati i vari aiuti nella guida.

La quinta differenza fondamentale riguarda invece la crescita del proprio pilota, che con il passare dei mesi potrà migliorarsi in frenata ed in altri aspetti che lo potranno rendere un vero campione.

La sesta differenza, che piacerà di sicuro agli “smanettoni”, riguarda la re-introduzione del multiplayer in Split-Screen, cioè quello che permette a due giocatori di sfidarsi sullo stesso televisore. Quest’ultimo aspetto è stato ripreso dopo le tantissime richieste giunte dai fans.

LEGGI ANCHE:

Valentino Rossi the game: Prezzo