Salute

Virus in Cina, i sintomi della pandemia 2020

Paura per il virus in Cina che ha già fatto registrare centinaia di casi: i sintomi di quella che è già stata definita la pandemia del 2020

È il coronavirus il virus che in Cina sta già scatenando il panico. Oltre 300 i casi accertati. Segnalato il primo caso anche negli Stati Uniti. A preoccupare la velocità di trasmissione e, soprattutto, i sintomi di quella che è già stata definita la pandemia del 2020.

Secondo quanto riferito dalle autorità sanitarie cinese e, in particolare, dalla Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan, i primissimi sintomi del virus della Cina sono quelli classicamente associati all’influenza e, quindi, febbre, tosse e difficoltà respiratorie. Queste le prime manifestazioni. L’esordio è quello tipico dell’influenza. Scendendo nel dettaglio, il coronavirus si manifesta con sintomi come febbre superiore ai 38 gradi, gola infiammata, dispnea. Potrebbero aggiungersi ulteriori sintomi come mal di testa e dolori muscolari. La diagnosi passa, ovviamente, da un’analisi approfondita dei polmoni o, in alternativa, da una radiografia ai polmoni.

Virus dalla Cina, cos’è e quali sono le cure

Il coronavirus, anche noto come Polmonite Cinese o, ancor di più, come virus della Cina, è un’infezione virale dell’apparato respiratorio derivante da un virus affine a quello che determino la pandemia da SARS.

Le prime cure cui sono sottoposti i pazienti vengono effettuate con antiinfiammatori e favorendo l’idratazione del paziente. Al momento non si dispone infatti di antivirali specifici, in grado di aggredire il virus che causa la Polmonite Cinese. Tra le prime misure adottate dalle autorità cinesi c’è quella di evitare il contatto diretto tra persone infettate o che presumibilmente lo sono. Importante è utilizzare dispositivi di protezione in grado di ridurre il rischio di contagio.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close